SBK: Portimao chiude il sipario sul 2011, nel segno di Checa e Melandri

superbike_preview_portimao_2011_3

Ultimo weekend di gare per il mondiale Superbike che chiude le danze nella spettacolare cornice portoghese dell’Autodromo di Portimao.
Le gare, neanche a farlo apposta, sembrano riassumere i valori in campo nell’arco di tutta la stagione.

GARA1:
Guintoli, che parte con gomme morbide, sorprende tutti con una partenza a cannone: in poche curve scavalca Melandri, Laverty, Rea e si mette al comando allungando sul primo gruppo di inseguitori, composto dal terzetto sopracitato più Checa e Lascorz; Biaggi risale di prepotenza dalla 17 posizione in griglia e in breve si mette in testa al secondo gruppetto di inseguitori con una bella lotta su Haslam, poi inizia a martellare sul cronometro puntando Lascorz che, qualche decina di metri avanti, sta facendo altrettando per rientrare sui primissimi.
Checa Inizia a pressare Melandri al 10 giro e, dopo un tentativo fallito giocando un jolly mica male (perdita prepotente del posteriore con conseguente traverso nell’ultimo velocissimo curvone), mette a segno il colpo per poi superare anche Rea e tuffarsi all’inseguimento di un Guintoli che nessuno si sarebbe mai aspettato come fuggitivo di giornata.
Dietro ai primi lo spettacolo non é da meno: Melandri si trova ad affrontare un calo vertiginoso del posteriore, tira un lungo alla prima curva facendo passare Lascorz e poco dopo anche Biaggi.
Nel finale Checa riesce a raggiungere e scalzare un eroico Guintoli che riesce a tenere botta, con le morbide finite, fino alla bandiera scacchi, seguono Rea, Biaggi, Lascorz, Melandri, Berger, Sykes, Haslam, Smrz.

GARA2:
Partenza nel segno di Laverty: 2 sorpassi in un giro su Melandri e Rea, Macho cerca di fare lo stesso su Rea ma commette un errore e cede nuovamente la posizione, Biaggi intanto è gia decimo.
Macho torna cattivo su Rea e riesce a rimettersi in scia di Laverty mentre dietro cambia poco o nulla.
Dal settimo giro è gara di nervi: comanda Laverty, poi Melandri, Rea, Checa, Guintoli.
Nel finale Laverty cede prima a Melandri poi a Rea.
La vince Melandri davanti a Rea, Laverty, Checa, Guintoli, Camier, Biaggi, Lascorz, Badovini, Berger.

I risultati ufficiali qui.

Commenti

commenti