Tourist Trophy, Michael Dunlop vince la gara Superbike e fa il nuovo Record del Mountain!

13329391_975287292570096_5280706655924125875_o

Archiviata ieri la prima giornata di Gare sull’Isola di Man ed è subito Michael Dunlop a far parlare di se, entrando di fatto nella storia completando il Mountain Circuit in meno di 17 minuti. Ma è anche una giornata triste per il Motorsport, con un altre due perdite sui 62 km dello Snaeffel: Dwight Beare non ce l’ha fatta e si è spento a causa del fatale incidente all’altezza di Rhencullen durante la Sure Sidecar TT Race 1, mentre Paul Shoesmith ha avuto la peggio a seguito di un incidente durante le prove della Supersport.

Ma andiamo con ordine.

Sono le 11.00 mannesi quando prende il via la RST Superbike Race con McGuinness primo alla partenza con la Honda CBR1000RR di Honda Racing che prende subito la testa della corsa. Non restano di certo a guardare gli avversari e già al termine del primo giro Micky Dunlop cala l’asso dalla manica: un giro alle 133.369 miglia orarie di media, scendendo sotto i 17 minuti con partenza da fermo. Grazie al crono di 16’58.439 Michael ha annientato il precedente record del pilota numero 1 di casa Honda ed è ora quindi lui il più veloce sul Mountain Circuit, superando i 214 km/h di media. Poco sopra i 17 minuti Hutchinson che insegue il figlio di Robert, mentre Dean Harrison cerca di accorciare le distanze.

E’ la giornata di Michael, che in sella alla BMW by Hawk Racing continua a girare con lo stesso tempo della prima tornata e guadagna sul diretto inseguitore Ian, che dopo il pit stop all’inizio del terzo giro si trova quindi a +15 secondi. Perde la terza posizione Dean Harrison, che viene agguantata da un avido McGuinness. Le posizioni di testa restano invariate, con Mickey che la fa da padrone e Hutchinson che insegue, mentre John riesce a ricucire qualcosa sul pilota BMW by Tyco che rimette subito le cose in chiaro e allunga sull’inseguitore durante il quarto giro.

Dodicesimo successo quindi al TT per Michael Dunlop, quarta affermazione nella Superbike Race, una gara stupenda letteralmente dominata dall’inizio alla fine. Bene quindi anche Ian Hutchinson, secondo, mentre McGuinness si deve accontentare del podio.

Quarto Peter Hickman che precede Dean Harrison e Michael Rutter. Settimo David Johnson seguito da Bruce Anstey, ottavo dopo aver recuperato diverse posizioni, e Gary Johnson mentre Lee Johnston completa la top ten.

31esimo l’italiano Bonetti ai semimanubri della Ninja 1000 del team Rock and Road Racing mentre Alex Polita con BMW S1000RR del Team Penz13.com chiude al 47esimo posto. Out invece Marco Pagani, ritirato a causa di un problema al radiatore che gli è costato la gara.

Clicca qui per la Classifica Completa della RST Superbike Race.

Prende invece il via alle 14.00 la Sure Sidecar TT Race 1 con assenti a causa di un problema tecnico l’equipaggio Molyneux/Sayle sicuramente uno degli equipaggi che avrebbero potuto lottare per la vittoria.

Al via prende subito il comando il duo Holden/Winkle dopo aver superato Tom e Ben Birchall e la coppia Reeves/Farrance mentre i due Bell si devono ritirare a causa di un problema alla leva del cambio.

La gara viene però sospesa dalla Red Flag a causa di un incidente nei pressi di Rhencullen, dove il 27enne Dwight Beare ha sfortunatamente avuto la peggio mentre il suo passeggero Ben Binns è stato trasportato al Noble Hospital a causa delle varie fratture.

Al nuovo via in testa alla corsa sempre i primi tre equipaggi con Holden, Reeves e Birchall che tentano la fuga mentre rientrano in gara anche i due Bell, dopo aver sistemato il loro problema tecnico.

Sono i Birchall quindi a prendere la leadership della corsa con Holden che insegue mentre Reeves e Bell si giocano la terza posizione. I due Bell riescono a portarsi in terza posizione ma sono costretti nuovamente al ritiro con Reeves ora terzo. Giornata di record abbattuti, con i Birchall che infrangono il muro delle 116.798 mph con un crono di 19’22.928. Il distacco del duo di testa aumenta fino a mezzo minuto durante l’ultimo giro ma sono improvvisamente costretti al ritiro a causa di un problema tecnico mentre Reeves e Farrance vengono sopravanzati da Funds/Walmsley. L’equipaggio di Reeves è anche lui costretto al ritiro a pochi km dal traguardo, dovendo rinunciare quindi alla terza posizione finale.

Vittoria quindi “regalata” per l’equipaggio Holden/Winkle che conquistano la prima gara per i mezzi a tre ruote con gli equipaggi di Founds/Walmsley e Founds/Aalto che conquistano quindi rispettivamente la seconda e terza posizione sul podio.

Clicca qui per la Classifica Completa della Sure Sidecar TT Race 1.

Giornata nera sul Mountain ieri. Dopo il decesso di Beare ha avuto la peggio anche Paul Shoesmith, manager e pilota del Team ICE Valley. Paul non ce l’ha fatta e si è dovuto arrendere a seguito delle lesioni riportate dopo l’incidente a Sulby occorso con la sua BMW S1000RR Superstock. Sale quindi a tre il numero di piloti che in questa edizione hanno pagato con la vita.

Commenti

commenti