Kawasaki ha deciso di blindare Johnny Rea: firmato contratto fino al 2018.

johnny-rea-sbk

Il nuovo accordo tra Johnny Rea e Kawasaki è stato firmato oggi. Il Campione del Mondo Superbike e la Casa di Akashi saranno legati fino al 2018, per altri due anni oltre al Mondiale in corso. Il nordirlandese gareggerà in sella alla Ninja ZX-10R e sarà posto sempre più al centro dei progetti del KRT, il Team ufficiale con base operativa in Spagna, e della Casa motociclistica giapponese.

L’annuncio arriva alla vigilia del Gran Premio di Malesia, che si disputerà questo weekend a Sepang e che vede Johnny Rea arrivare in Asia da leader del Mondiale. Rea è approdato in Kawasaki nel 2015 e con la Ninja ha già vinto 19 gare ed un Titolo Mondiale.

Non è nemmeno un segreto che Kawasaki stia pensando (e lavorando) ad un Prototipo MotoGP e che Johnny Rea sarebbe la prima scelta in questa eventualità. Ma allo stesso tempo la firma mette la parola “Fine” ad ogni progetto Motomondiale di Rea nell’immediato futuro, ovvero 2017. Non scordiamoci nemmeno che Rea è un Classe 1987 e il prossimo anno compirà 30 anni.

“Sono felice di continuare la partnership con il Kawasaki Racing Team e di continuare il lavoro con tutti gli ingegneri Kawasaki e i tifosi”, ha detto Rea. “È chiaro che i nostri obiettivi e il modo di lavorare sono in sintonia, quindi è giusto prolungare il rapporto per le prossime due stagioni. Con tutti gli incredibili ricordi che abbiamo creato finora, e che stiamo continuando a fare, sono fiducioso che sarà un piacere lavorare insieme e sviluppare la Ninja ZX-10R in futuro”, ha detto Rea dopo la firma dell’accordo, come riportato da WorldSBK.com.

“Vorrei ringraziare Kawasaki e tutto il personale KRT per il loro pieno sostegno e la grande fiducia che hanno posto nelle mie potenzialità. Dopo questo sono ancora più concentrato a vincere il campionato del WorldSBK nel 2016”.

“Ora abbiamo due grandi piloti in KRT” ha aggiunto il team manager Guim Roda. “Due campioni del mondo e l’obiettivo è quello di tenerli per i prossimi due anni. Rea è un pilota esperto con uno spirito giovane e con grande motivazione, è sempre disposto a imparare e migliorare, gara dopo gara. Rea nel progetto KRT ci mette sotto pressione, affinché a lui sia dato il meglio. So per certo che i meccanici, il team, i tecnici, tutto lo staff e gli ingegneri KRT faremo del nostro meglio per non deludere le sue aspettative”.

Kawasaki ha proposto il rinnovo contrattuale anche a Tom Sykes, ma il britannico, Campione del Mondo con la Ninja nel 2013, prende tempo: sul tavolo ci sarebbe una proposta della Ducati.

Commenti

commenti