Audi R8 Spyder 2016, FOTO HD e informazioni ufficiali della “senza tetto” con motore V10 5.2 FSI 540 CV.

AUDI-R8-V10-SPYDER-2016

Arriva la nuova Audi R8 V10 Spyder 2016: presentazione negli Stati Uniti per la Sportiva “senza tetto”, basata su telaio e meccanica dalla Coupè con motore 5.2 V10 540 CV. FOTO, INFORMAZIONI, ARRIVO SUL MERCATO.

Al Salone di New York la Casa tedesca ha portato la nuova Audi R8 V10 Spyder, versione con tetto apribile della Coupè che nel 2015 ha sancito il passaggio alla Seconda generazione. Ovviamente basata sulla R8 V10 Coupè, la Spyder è spinta dal motore 5.2 V10 FSI aspirato da 540 CV di potenza massima e 540 Nm di coppia.

Il peso è stato ridotto e le nuove specifiche del telaio Audi Space Frame (ASF) permettono alla Spyder di pesare 1.612 kg a secco.  I tecnici Audi hanno lavorato per garantire alla vettura una rigidità torsionale all’altezza nonostante la modifica apportata alla parte superiore del telaio e in questo senso il risultato è ottimo, perchè la R8 V10 Spyder ha una rigidità torsionale maggiore del 50% rispetto alla precedente generazione.

Le prestazioni sono da vera Supercar perchè il 5.2 V10 da 540 CV, abbinato alla trazione integrale permanente ed al cambio S tronic a 7 rapporti, permette alla R8 V10 Spyder di scattare da 0 a 100 km/h in soli 3.6 secondi e di raggiungere la velocità massima di 318 km/h.

La prevendita della nuova Audi R8 V10 Spyder inizierà a maggio 2016, mentre il lancio sul mercato è previsto per la tarda estate. Non è ancora stato comunicato il prezzo che, comunque, sarà di qualche migliaio di euro superiore a quello della nuova R8 V10 Coupè 540 CV (169.500 euro).

Seguono FOTO UFFICIALI HD AUDI R8 V10 SPYDER 2016 e PRESS RELEASE.

Su IFG+ l’Album in Alta Definizione con le FOTO HD scaricabili.

La nuova sportiva scoperta ad alte prestazioni scrive una nuova pagina nella storia dei successi di Audi R8 iniziata nel 2007 con il lancio sul mercato della coupé di prima generazione e proseguita nel 2010 con la versione Spyder. Entrambe le varianti sono state vendute in quasi 27.000 unità. Questi modelli dimostrano le competenze high-tech e la stretta appartenenza di Audi al mondo delle competizioni sportive. Con la seconda generazione R8, il Marchio alza ulteriormente l’asticella grazie a uno sviluppo della versione da gara GT3 Audi R8 LMS effettuato in parallelo con i modelli di serie.

Il risultato: quasi il 50% di tutti i componenti di R8 LMS sono in comune con R8. Il successo della nuova coupé è testimoniato anche dai prestigiosi riconoscimenti ottenuti lo scorso anno, come il «Volante d’oro» e «Auto Trophy». «La nostra nuova serie R8 è il modello sportivo di punta del marchio dei quattro anelli», afferma Stefan Knirsch, Responsabile dello sviluppo tecnico. «Dopo la versione coupé presentiamo adesso anche la seconda generazione di R8 Spyder. La vettura high performance scoperta entusiasma per le prestazioni di marcia e “avvicina” ancora di più il conducente all’inconfondibile sound del V10 aspirato.»

Design atletico: più larga del modello precedente

La nuova Audi R8 Spyder V10 esibisce il suo carattere dinamico già al primo sguardo. L’abitacolo proteso in avanti, i passaruota marcatamente pronunciati e il lungo posteriore realizzano la classica silhouette di un’auto sportiva con motore in posizione centrale. Rispetto al modello precedente nuova R8 Spyder è più corta di 14 mm, per una lunghezza complessiva di 4.426 mm. È cresciuta in larghezza di 36 mm per complessivi 1.940 mm.

Rispetto alla precedente generazione rimangono invece invariate l’altezza di 1.244 e il passo di 2.650 millimetri. L’andamento orizzontale delle linee di frontale e posteriore accentuano la larghezza di R8 Spyder, come pure l’Audi Singleframe basso e largo con la griglia del radiatore con struttura a nido d’ape. Superfici plastiche collegano quest’ultimo ai proiettori cuneiformi, ciascuno dei quali è composto da 37 diodi luminosi di serie che producono una luce a LED intensa e chiara. Come opzione high-end Audi offre luci laser che garantiscono la massima visibilità e portata del fascio luminoso (riconoscibili da una fascia anodizzata blu nel proiettore, anch’essa illuminata). Questa nuova tecnologia viene abbinata a indicatori di direzione dinamici, sempre di serie, sulla zona posteriore.

Tipicamente Audi: capote in tessuto con struttura leggera

Come sempre sulle vetture cabrio Audi, la capote della nuova R8 Spyder è realizzata in tessuto. Questa pesa appena 44 kg contribuendo così al contenimento complessivo del peso della sportiva ad alte prestazioni. Un azionamento elettroidraulico apre e chiude la capote in tessuto con la semplice pressione del tasto in 20 secondi, anche durante la marcia fino a 50 km/h. Dietro i sedili si trova il modulo capote.

Questo è costituito da vari componenti: roll-bar, capote, vano capote, scatola di alloggiamento del lunotto e una cerniera ad articolazioni multiple per il coperchio della capote rinforzato con fibra di carbonio, ad azionamento idraulico. I fruscii aerodinamici nell’abitacolo sono stati ulteriormente ridotti rispetto al modello precedente. Con capote aperta, la vorticosità dell’aria nella zona della testa risulta notevolmente inferiore. Per un comfort ancora maggiore è presente un frangivento in tessuto sintetico. Questo riduce il riflusso dell’aria del 90% nella zona della testa e dell’80% a livello di spalle e della nuca.

Oltre al frangivento in tessuto, con la capote aperta anche il lunotto può essere usato come elemento antiturbolenza. Se quest’ultimo è invece abbassato, il conducente percepisce ancor più intensamente il tipico sound vigoroso del motore V10. Sopra l’apposito vano in cui la capote si ripiega quando viene aperta, è presente un grande sportello con tre feritoie di ventilazione per lato. Due pinne che si sviluppano in direzione posteriore mettono in tensione la capote e conferiscono a R8 Spyder un profilo dinamico. La capote in tessuto è disponibile in tre differenti colori: nero, marrone e rosso.

Costruzione leggera con componenti in carbonio: solo 1.612 kg di peso a secco

Con un peso a secco di 1.612 kg, la nuova Audi R8 Spyder V10 testimonia in maniera inequivocabile tutto il potenziale dinamico offerto dalla costruzione leggera. Il rapporto peso/potenza è di appena misura appena 3,19 kg per CV. Dietro questo valore record si cela il nuovo Audi Space Frame (ASF) in struttura multimateriale. Come R8 Coupé la vettura abbina componenti in alluminio e materiale sintetico rinforzato con fibra di carbonio integrato nella struttura.

Nell’ASF Multimaterial, i componenti in alluminio raggiungono una percentuale del 79,6%. Questi creano un’intelaiatura che gli ingegneri Audi hanno rinforzato in modo mirato rispetto alla versione coupé, in corrispondenza di longarine sottoporta, montanti anteriori e cornice del parabrezza. Innovativi metodi di costruzione hanno consentito di ridurre del 10% il peso dei singoli componenti. Complessivamente l’ASF di nuova Audi R8 Spyder pesa solo 208 chilogrammi, a fronte di una rigidità torsionale cresciuta del 50% rispetto al modello precedente. Tutto questo consente risultati d’eccellenza sia nel campo dell’acustica sia della sicurezza in caso d’incidente. Il sottoscocca è rivestito e risulta così piatto per una migliore aerodinamica. A livello della zona posteriore un grande diffusore aumenta la deportanza: anche queste due soluzioni sono una chiara eredità dell’esperienza Audi negli sport motoristici.

Piacere di guida: il V10

Con una immediata risposta all’acceleratore, un’estesa erogazione fino a 7.800 giri/min e un sound emozionante, il 10 cilindri è pura adrenalina. Con una cilindrata di 5.204 cm3 il motore aspirato centrale sviluppa 540 CV di potenza e 540 Nm di coppia a 6.500 giri. Oltre all’iniezione diretta nelle camere di combustione (FSI), il V10 utilizza un’iniezione di carburante supplementare nel condotto di aspirazione (MPI). Il risultato sono performance straordinarie: la nuova Audi R8 Spyder V10 passa da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi. Con partenza da fermo raggiunge i 200 km/h in 11,8 secondi. La lancetta del tachimetro si arresta solo al raggiungimento dei 318 km/h.

Nel contempo il sound del V10 diventa sempre più impetuoso ed entusiasmante all’aumentare del regime. I moduli a farfalla nello scarico sono di serie e il suono del motore può essere ulteriormente amplificato dall’impianto di scarico sportivo con terminali in nero lucido, fornibile a richiesta. Rispetto al modello precedente il consumo nel ciclo NEDC è stato ridotto del 10%, grazie a tecnologie volte all’efficienza quali il sistema cylinder on demand (COD), la doppia iniezione e la funzione veleggiamento del cambio a doppia frizione S tronic a 7 rapporti: a velocità superiori a 55 km/h, se il conducente rilascia il pedale dell’acceleratore, il motore viene disaccoppiato dal cambio e la nuova Audi R8 Spyder V10 avanza per inerzia. In media la vettura consuma 11,7 litri di carburante per 100 chilometri a fronte di emissioni di CO2 di 277g/km.

High-tech ai massimi livelli: la trasmissione quattro

La trasmissione quattro combina tre elementi high-tech: il cambio S tronic a 7 rapporti, posizionato dietro il motore, che innesta i rapporti con entrambe le frizioni in modo estremamente rapido; la frizione a lamelle ad azionamento elettroidraulico che opera sull’assale anteriore; il sistema a gestione elettronica, raffreddato a liquido, in grado di distribuire liberamente le coppie del V10 tra gli assali. Sull’assale posteriore un differenziale autobloccante meccanico assicura un comportamento di marcia sportivo. I relativi valori di bloccaggio sono stati settati per garantire l’interazione con la trazione a regolazione attiva quattro.

La regolazione della dinamica di marcia della trazione quattro è integrata nel sistema Audi drive select, che offre quattro modalità di funzionamento: comfort, auto, dynamic e individual. In ciascuna di queste, la sportiva ad alte prestazioni scoperta esprime uno specifico carattere, che spazia dal massimo comfort per i viaggi in autostrada fino ad un assoluto dinamismo sulle strade ricche di curve. Contemporaneamente il sistema coordina anche la curva caratteristica dell’acceleratore, dello sterzo, del cambio S tronic, del comando delle farfalle di scarico e del sistema di ammortizzatori adattativo Audi magnetic ride, fornibile a richiesta.

L’handling della vettura diviene ancora più dinamico e preciso con il volante in pelle Performance, che è disponibile a richiesta per la prima volta per R8 Spyder. Questo aggiunge tre programmi di marcia supplementari: dry, wet e snow. Grazie a parametri per le frizioni settabili il conducente ha la possibilità di personalizzare la sua R8 Spyder in funzione delle relative condizioni della strada. Oltre che sui componenti tecnici menzionati, queste modalità influiscono anche sul controllo elettronico della stabilizzazione ESC.

Rigidi e precisi: l’assetto e le sospensioni

R8 Spyder deve il suo handling assai dinamico alla bassa posizione del motore, consentita dalla lubrificazione a carter secco. Le ruote vengono guidate da leggeri bracci oscillanti triangolari in alluminio: un layout di chiara derivazione motorsport. Il servosterzo elettromeccanico, grazie al suo feedback differenziato, trasmette una forte sensazione di contatto con la strada. In alternativa è disponibile lo sterzo dinamico.

Questo modifica il proprio rapporto di trasmissione in funzione della velocità, adeguando contemporaneamente la coppia sterzante nel modo più opportuno. Il risultato? Sensibilità dello sterzo ancora più precisa e maggior comfort di marcia. Di serie la nuova R8 Spyder è dotata di cerchi da 19 pollici con pneumatici misti (245/35 sull’assale anteriore e 295/35 sull’assale posteriore). Sono disponibili a richiesta cerchi da 20 pollici con pneumatici 245/30 anteriori e 305/30 posteriori. I freni conferiscono alla sportiva High Performance scoperta straordinarie capacità di decelerazione: sono all’opera pinze con otto pistoncini sulle ruote anteriori e quattro pistoncini sulle quelle posteriori. Su tutte le ruote sono montati grandi dischi autoventilanti e forati con design «a onda». A richiesta, Audi offre dischi freno in ceramica rinforzata in fibra di carbonio, particolarmente resistenti e leggeri, in grado di assorbire maggiori sollecitazioni.

I comandi: completamente focalizzati sul conducente

Come su un’auto da corsa, il concept di azionamento dei comandi di nuova Audi R8 Spyder V10 è completamente orientato al conducente. Questo può comandare tutte le principali funzioni tramite il nuovo volante in pelle, in versione Sport o Performance, senza necessità di staccare le mani dal volante o lo sguardo dalla strada. Di serie sono presenti tasti satellite per l’avviamento e lo spegnimento del motore e per il sistema di controllo della dinamica di marcia Audi drive select. Con il volante in pelle Performance si aggiungono due ulteriori satelliti di comando per la modalità Performance e per la regolazione della valvola dell’impianto di scarico. L’Audi virtual cockpit di serie, mostra tutte le informazioni su uno schermo da 12,3 pollici, in grado di realizzare grafiche 3D molto dettagliate e ad alta risoluzione.

Il conducente può scegliere fra tre tipologie di visualizzazione: classica, infotainment e performance. Quest’ultima fornisce informazioni specifiche per la guida sportiva tipica dei circuiti da gara come, per esempio, i dati su coppia, potenza, temperatura di olio e pneumatici, tempi sul giro e forze g. Le indicazioni intorno al tachimetro e al contagiri possono essere configurate in modo individuale a seconda delle esigenze.

Il sistema di navigazione plus con MMI touch è di serie su R8 Spyder. Come negli smartphone, la logica di funzionamento si fonda su menu strutturati a livelli gerarchici e comprende una ricerca a testo libero. Può essere pilotato con i comandi al volante, il terminale MMI sulla console del tunnel centrale o mediante comando vocale naturale. Quest’ultimo risulta particolarmente comodo e preciso grazie a tre piccoli microfoni nelle cinture di sicurezza.

Sempre connessa: Audi connect e Audi smartphone interface

Il perfetto completamento del sistema di navigazione MMI plus è rappresentato dal modulo Audi connect, che collega a Internet la due posti scoperta tramite LTE e mette a disposizione numerosi servizi. La gamma spazia dalla navigazione con Google Earth e GoogleStreet View fino all’Online media streaming e alle informazioni sul traffico in tempo reale. A richiesta, il caricamento dello smartphone può avvenire per induzione tramite l’Audi Phone Box.

Per la prima volta su R8 Spyder, con l’Audi smartphone interface è possibile visualizzate determinati contenuti del telefono cellulare direttamente sull’Audi virtual cockpit. A partire da metà anno questa opzione sarà disponibile anche per R8 Coupé. Un highlight per gli appassionati dell’alta fedeltà è offerto dal Bang & Olufsen Sound System con i suoi 13 altoparlanti, tra cui spiccano i nuovi speakers integrati negli appoggiatesta. Ciascun sedile, lato conducente e passeggero, viene dotato cioè di due altoparlanti posizionati all’altezza delle orecchie, che regalano un suono eccellente e la massima fedeltà di riproduzione.

Al top: qualità e allestimenti

Audi R8 Spyder V10 è frutto di sapienti lavorazioni pressoché manuali, in uno stabilimento appositamente creato nelle vicinanze di Neckarsulm, nell’area industriale «Audi Böllinger Höfen». Con questo centro, quattro GmbH amplia ulteriormente le proprie competenze nella produzione in piccola serie. Il carattere artigianale della produzione offre molta libertà per poter soddisfare le specifiche richieste del Cliente. La versione di serie accoglie conducente e passeggero su sedili sportivi, rivestiti a richiesta con pregiatissima pelle con impuntura a losanghe. In alternativa Audi offre sedili a guscio per un sostegno laterale ancora maggiore. Gli elementi applicati sulla carrozzeria, quali spoiler anteriore, il diffusore e i nuovi e accattivanti sideblade, possono essere personalizzati, per esempio, in carbonio lucido. Un ulteriore elemento che, al di là dell’indubbia innovazione tecnica, contribuisce alla differenziazione estetica, è la luce laser Audi con fascia blu anodizzata, fornibile a richiesta. Esclusivamente per R8 Spyder l’offerta comprende il nuovo colore carrozzeria marrone Argo opaco, che si aggiunge ad altri dieci.

Il debutto: lancio sul mercato

La prevendita della nuova Audi R8 Spyder inizierà a maggio 2016, mentre il lancio sul mercato è previsto per la tarda estate.

Commenti

commenti