Per Lauda le nuove Qualifiche sono una stupidata e lasciare le piste europee la morte della F1.

niki-lauda-ferrari

Niki Lauda sulle colonne della Gazzetta dello Sport ha toccato alcuni argomenti caldissimi alla vigilia del Mondiale F1 2016, che comincerà questo fine settimane a Melbourne.

Critica l’opinione del tre volte iridato, oggi Presidente Onorario del Team Mercedes F1, sul nuovo format di Qualifiche, approvato al termine di una querelle che ha raggiunto picchi di illogica disorganizzazione.

Mi sembrano una stupidata. Io faccio parte dello Strategy Group, Ecclestone è arrivato e ha detto che bisognava cambiare qualcosa nella pole position, per renderla più avvincente. Ma la sua proposta iniziale era quella di invertire la griglia, il miglior tempo al decimo posto e così via. Per noi della Mercedes non sarebbe stato molto conveniente. Quindi meglio accettare quest’altra proposta, ma non so se a Melbourne sarà tutto a posto per attuarla. Di sicuro ai piloti non piace“.

Come sarà il 2016? Secondo Lauda la Mercedes è ancora davanti, ma Ferrari è riuscita a ricucire una parte considerevole di gap. E ha anche pochi dubbi sull’outsider.

L’anno scorso avevamo mezzo secondo di vantaggio sulla Ferrari, mentre quest’anno credo che sia sceso a due decimi, per cui potrà succedere di tutto. La Red Bull è veloce, potrebbe darci fastidio nei tracciati cittadini tipo Monte Carlo e Singapore. In ogni caso credo che la vera sorpresa del 2016 saranno… le Mercedes!”.

Una Vecchia Gloria come Lauda non può non esprimere disapprovazione sul nuovo corso della F1 moderna che, per ragioni di fatturato, sta mettendo in secondo piano i gloriosi GP europei per spostarsi in Nazioni “fredde” con corse finanziate dal magnate di turno.

“Penso che Monza, Hockenheim, Zeltweg, le vecchie piste europee siano il cuore della F1. Solo con Baku, il Bahrain e Abu Dhabi sarebbe la fine della Formula 1“.

Commenti

commenti