Ducati domina in Asia, ma la più vincente si chiama RSV4. E Rea può battere il record di Corser…

haslam-davies-aprilia-ducati-sbk-2015

Questo weekend la Superbike fa tappa in Thailandia per la seconda gara del Campionato 2016. Una lunga tradizione lega il Mondiale delle Derivate dalla Serie e il Continente asiatico: ecco una serie di numeri e curiosità raccolte da WorldSBK.com alla vigilia del GP Thailandia di Buriram.

Il Mondiale Superbike ha una lunga tradizione di corse in Asia: ben 70 gare su un totale di 696, più di un decimo, si sono svolte nel Continente. L’Asia ha anche ospitato un week end di gare all’esordio del campionato SBK, nel 1988, ed in seguito ogni anno fino al 2003. Dopo un’assenza negli anni 2004, 2010 e 2012, nel 2015 si sono disputate sei gare del WorldSBK a Buriram, Sepang e Losail, record che sarà eguagliato anche quest’anno.

Il circuito giapponese di Sugo detiene il record di gare disputate in un singolo tracciato asiatico con ben 32 round, mentre Buriram è il circuito che ad oggi ha ospitato solamente i due round del 2015. Il più vicino al record di Sugo è il Circuito Internazionale di Losail con 14 gare, seguito da Sentul in Indonesia con un quarto di gare rispetto a Sugo (8).

Ducati è il costruttore più vincente in Asia con 24 successi, seguita da Kawasaki con 11 ed Honda con 10. Recentemente l’Aprilia RSV4 è la moto più vincente in Asia, con 8 successi in dodici gare dal 2013 per la casa di Noale.

Quali sono i piloti più vincenti in Asia? Il record è degli anni 90, con Carl Fogarty primo per 7 volte in Asia, seguito da Doug Polen con 6 successi e le 4 vittorie di Raymond Roche. Jonathan Rea potrebbe essere in grado di raggiungere le leggende degli anni 90 essendo già a tre vittorie (due a Buriram lo scorso anno ed una a Sepang). I piloti asiatici, tutti giapponesi, in casa hanno vinto quattordici volte, tredici delle quali nella “Terra del Sole che Sorge”, mentre l’unico successo al di fuori del Giappone l’ha ottenuto Yukio Kagayama a Losail in Gara 2 nel 2005.

Lo scorso anno Jonathan Rea ha dominato il weekend inaugurale di Buriram, con pole position, doppia vittoria e giri veloci in entrambe le manche, sempre in testa dal primo all’ultimo giro e lasciando poco spazio agli avversari. Quest’anno a Buriram Rea cercherà di eguagliare le 33 vittorie in carriera di Troy Corser, essendo a solo due lunghezze dal record del campione australiano.

Commenti

commenti