L’Uomo che ha costruito la Aprilia RS 500 Due Tempi Stradale.

aprilia-rs-500-motore-rd-500 (1)

Aprilia RS 500, la storica “duemmezzo” di Noale con il Cuore quattro cilindri. Tanti sono caduti nella tentazione di costruire una Special 500 2 Tempi su questa base. Oggi parliamo del lavoro tutto britannico di “Sol”, progetto di inizio anni 2000.

La RS 250 fu il tributo stradale alla 250 Grand Prix, così come la RS 125 fu la proiezione ideale della ottavo di litro iridata, mentre la RSW-2 500 che corse nella 500 GP dal 1994 al 2000 non trovò mai un riferimento “road legal” per i Clienti. Un motivo in più per provarci nel proprio Garage…

Quella di Sol è una delle Special su base Aprilia più conosciute nella cerchia degli appassionati e degli amanti delle Special ispirate ai Grand Prix degli anni ’80 e ’90. Il Sol’s RS 500 Project è cominciato nell’Autunno del 2002 con l’acquisto di una vecchia Suzuki RG 500 Gamma, moto scelta per “swappare” il motore sulla Aprilia RS 250.

La Giapponese è stata smembrata per estrarre ciò che Sol cercava: il motore Quadricilindrico a 2 tempi disposti in quadro da 498cc di cilindrata, l’anima della Race Replica di fine anni ’80. Tutto il resto è molto Aprilia… anche se in realtà il motore bicilindrico della RS 250 da 65.57 cv a 11.100 giri era proprio di derivazione Suzuki già di serie, ma questo è un altro discorso.

La base tecnica è stata una Aprilia RS 250 del 1998, più precisamente una Harada Replica. In due anni di lavoro il Progetto è stato completato con la modifica di alcuni telaietti per ospitare il più ingombrante propulsore RG 500, nuove forcelle e monoammortizzatore Ohlins ed un nuovo impianto frenante anteriore, oltre ad importanti modifiche al cambio a sei rapporti ed alla frizione.

Il motore RG 500, capace “stock” di circa 95 CV, è stato elaborato da Bob Farnham e dalla sua Farnham Tuning Limited, specialista del Kent, fino alla configurazione Stage III con cilindrata maggiorata a 562 cc.

Oggi la Aprilia RS 500 sprigiona fino a 125 CV di potenza massima a 10.400 giri per 95 Nm di coppia, per un peso di circa 160 kg. Il “mostro” è nascosto sotto le carene originali e la bellissima linea della intramontabile Aprilia RS 250 1998, ma quei quattro scarichi e quelle quattro espansioni non hanno bisogno di interpretazioni.

Sol ha raccontato la Storia e l’evoluzione di questo progetto sul suo sito, dove potete trovare tutte le curiosità scritte dall’uomo che ha costruito questo gioiellino. Ci ha fatto pure dei Track Days.

Qui sotto, invece, qualche foto della moto ultimata.

Foto Aprilia RS 500 Sol’s Project.

aprilia-rs-500-motore-rd-500 (2)aprilia-rs-500-motore-rd-500 (3)aprilia-rs-500-motore-rd-500 (4)aprilia-rs-500-motore-rd-500 (1)

Commenti

commenti