Dakar, la Nona Tappa tradisce Goncalves. Price ufficialmente in fuga.

dakar-2016

È cominciata ufficialmente la fuga di Toby Price. L’australiano della KTM svolta nella Tappa 9: Paulo Goncalves (Honda HRC) è fuori e, dopo la sospensione della Prova Speciale (accorciata), guarda tutti dall’altro verso il basso con quasi 25 minuti di vantaggio sull’altra KTM di Svitko.

Dopo il cambio al vertice di ieri nella categoria Moto, questa Dakar non smette di regalare colpi di scena.

Con Price ormai in testa, a Paulo Goncalves non rimaneva che attaccare per riprendersi il primato in classifica; dato che l’alfiere Ktm sembra in continua crescita una tattica attendista difficilmente avrebbe potuto funzionare.

Ma la sfortuna ha messo ancora una volta i bastoni tra le ruote del team ufficiale Honda. Dopo aver visto fatto fuori Barreda per un inconveniente tecnico, anche Goncalves è costretto ad abbandonare la gara per la rottura di un radiatore. Danneggiare un radiatore non è un danno così serio, ma è uno di quei problemi che impedisce in qualsiasi maniera di proseguire. Ecco che la situazione assume proprio le caratteristiche di una beffa. 

Tutto questo non dispiacerà poi tanto agli alti vertici KTM, che oggi hanno visto ancora un loro pilota dominare la classifica: come ieri si tratta di Toby Price. Goncalves o non Goncalves, l’australiano oggi ha macinato come nessun’altro i km della tappa ad anello con partenza ed arrivo a Belen, seconda prova Marathon della gara.

Price ha dominato una giornata interrotta prima del dovuto a causa delle estreme difficoltà del percorso. Le dune nella zona di Fiambala si sono rivelate troppo impegnative per una larghissima parte dei concorrenti in moto e in quad, così gli organizzatori sono stati costretti a sospendere ancora una volta la speciale e a far rientrare i piloti per vie alternative.

Toby Price comunque svetta in classifica con il tempo di 2 ore, 24 minuti e 19 secondi, 7’10” meglio di Kevin Benavides e 10’33” più rapido di Stefan Svitko. Al quarto posto si posiziona Pablo Quintanilla, davanti a Ricky Brabec, Antoine Meo, Adrien Van Bevern, Gerard Farres, Helder Rodrigues e Armand Monleon.

Bene ancora gli italiani con Botturi dodicesimo a 21’34” da Price e Cerutti ventesimo a quasi 36 minuti, Paolo Ceci è 26°, Manuel Lucchese 46°, Livio Metelli 49° e Diocleziano Toia 52°.

La classifica Generale è stata di difficile comprensione vista la situazione di caos diffuso, ma alla fine Price è al comando con un vantaggio che ora è diventato davvero importante e si attesta attorno ai 25 minuti nei confronti di Stefan Svitko.

Terzo rimane Pablo Quintanilla, ma Kevin Benavides si fa sotto e  porta via circa tre dei quattro minuti che il cileno conservava come margine.

Nelle Auto giornata altrettanto importante con Carlos Sainz che vince la tappa (ridotta per i problemi avuti a Moto e Quad e per il troppo caldo) e si prende la vetta della Classifica. Il pilota spagnolo stacca le due MINI ALL4 Racing di Erik Van Loon e Mikko Hirvonen, lontani rispettivamente 10 e 17 secondi, portando al comando della Dakar 2016 la terza Peugeot 2008 DKR differente dopo quelle di Loeb e Peterhansel.

PEUGEOT-2008-DKR-2016-AZIONE

La rimonta dell’ex rallysta è completa, anche grazie alla tappa non particolarmente brillante condotta da Peterhansel, solamente settimo ad oltre nove minuti di ritardo. Sainz guadagna terreno sul vincitore di ieri, Nasser Al-Attiyah, quarto di giornata a +2’04.

Ora la Classifica Auto vede Carlos Sainz leader dopo 28 ore, 39 minuti e 24 secondi con 7 minuti e 3 secondi di vantaggio sul compagno squadra Stephane Peterhansel. Terzo il qatariota Campione in carica Nasser Al-Attiyah: 14 minuti e 38 secondi di ritardo per il Principe che, tuttavia, è tornato competitivo quando il gioco ha cominciato a farsi duro.

Sebastien Loeb ha preso parte alla Nona Tappa grazie all’incredibile lavoro dei meccanici Peugeot Sport che hanno ricostruito quasi da zero la 2008 DKR, cappottata a dieci chilometri dall’arrivo di ieri. Ma i guai per l’equipaggio Loeb/Elena non sembrano finiti: sale ad oltre 2 ore e 16 minuti il gap a causa di problemi alla trasmissione. Il miracolo non è riuscito.

Classifica Dakar 2016 dopo Nona Tappa.

MOTO

Pos
Name
Make
Time
Variation
Penalty
Pos
 STAGE 9
1
003 – TOBY PRICE(AUS)
KTM 450
29h53m15s +00:00:00 –:–:– (1)
2
005 – STEFAN SVITKO(SVK)
KTM 450 RALLY REPLICA
30h18m02s +00:24:47 +00:01:00 (2)
3
004 – PABLO QUINTANILLA(CHL)
HUSQVARNA 450 RALLY
30h25m29s +00:32:14 –:–:– (3)
4
047 – KEVIN BENAVIDES(ARG)
HONDA CRF450 RALLY
30h26m20s +00:33:05 –:–:– (4)
5
049 – ANTOINE MEO(FRA)
KTM 450 RALLY REPLICA
30h33m52s +00:40:37 –:–:– (5)
6
007 – HELDER RODRIGUES(PRT)
YAMAHA WR450F
30h40m06s +00:46:51 +00:02:00 (6)
7
023 – GERARD FARRES GUELL(ESP)
KTM 450 RALLY
30h45m25s +00:52:10 –:–:– (7)
8
048 – RICKY BRABEC(USA)
HONDA CRF 450 RALLY
30h55m57s +01:02:42 –:–:– (8)
9
042 – ADRIEN VAN BEVEREN(FRA)
YAMAHA WR450F
31h01m25s +01:08:10 –:–:– (9)
10
018 – ALESSANDRO BOTTURI(ITA)
YAMAHA WR 450 F
31h10m32s +01:17:17 +00:04:00 (10)
11
017 – JUAN PEDRERO GARCIA(ESP)
SHERCO TVS RTR 450
31h18m07s +01:24:52 +00:02:00 (11)
12
020 – ALAIN DUCLOS(FRA)
SHERCO TVS RTR 455
31h18m11s +01:24:56 –:–:– (12)
13
012 – LAIA SANZ(ESP)
KTM 450 RALLY REPLICA
31h23m33s +01:30:18 –:–:– (13)
14
045 – ARMAND MONLEON(ESP)
KTM 450 RALLY REPLICA
31h32m52s +01:39:37 –:–:– (14)
15
030 – XAVIER DE SOULTRAIT(FRA)
YAMAHA WR 450 F
31h46m09s +01:52:54 +00:02:00 (15)
16
061 – ADRIEN METGE(FRA)
HONDA
31h50m42s +01:57:27 –:–:– (16)
17
009 – DAVID CASTEU(FRA)
KTM 450 RALLY
31h59m24s +02:06:09 –:–:– (17)
18
033 – EMANUEL GYENES(ROU)
KTM 450 RALLY REPLICA
32h00m23s +02:07:08 –:–:– (18)
19
052 – IVAN CERVANTES MONTERO(ESP)
KTM RALLY
32h01m08s +02:07:53 +00:02:00 (19)
20
044 – MARIO PATRAO(PRT)
KTM 450 RALLY
32h05m12s +02:11:57 +00:01:00 (20)

AUTO

Pos
Name
Make
Time
Variation
Penalty
Pos
 STAGE 9
1
303 – CARLOS SAINZ(ESP)
PEUGEOT 2008 DKR
28h39m24s +00:00:00 +00:01:00 (1)
2
302 – STEPHANE PETERHANSEL(FRA)
PEUGEOT 2008 DKR
28h46m27s +00:07:03 –:–:– (2)
3
300 – NASSER AL-ATTIYAH(QAT)
MINI ALL4 RACING
28h54m02s +00:14:38 +00:01:00 (3)
4
315 – MIKKO HIRVONEN(FIN)
MINI ALL4 RACING
29h14m14s +00:34:50 –:–:– (4)
5
301 – GINIEL DE VILLIERS(ZAF)
TOYOTA HILUX
29h32m42s +00:53:18 –:–:– (5)
6
305 – YAZEED ALRAJHI(SAU)
TOYOTA HILUX
29h41m12s +01:01:48 +00:05:00 (6)
7
319 – LEEROY POULTER(ZAF)
TOYOTA HILUX
29h42m49s +01:03:25 –:–:– (7)
8
306 – ERIK VAN LOON(NLD)
MINI ALL4 RACING
30h07m29s +01:28:05 –:–:– (8)
9
304 – NANI ROMA(ESP)
MINI ALL4 RACING
30h22m19s +01:42:55 +00:01:00 (9)
10
321 – CYRIL DESPRES(FRA)
PEUGEOT 2008 DKR
30h30m54s +01:51:30 +00:01:00 (10)
11
307 – VLADIMIR VASILYEV(RUS)
TOYOTA HILUX
30h31m38s +01:52:14 +00:01:00 (11)
12
323 – HARRY HUNT(GBR)
MINI ALL4 RACING
30h40m43s +02:01:19 +00:08:00 (12)
13
314 – SEBASTIEN LOEB(FRA)
PEUGEOT 2008 DKR
30h56m18s +02:16:54 –:–:– (13)
14
310 – ORLANDO TERRANOVA(ARG)
MINI ALL4 RACING
30h57m40s +02:18:16 –:–:– (14)
15
329 – MARTIN PROKOP(CZE)
TOYOTA HILUX
31h49m46s +03:10:22 +00:01:00 (15)
16
317 – EMILIANO SPATARO(ARG)
RENAULT DUSTER
32h01m36s +03:22:12 +00:01:00 (16)
17
327 – JAKUB PRZYGONSKI(POL)
MINI ALL4 RACING
32h03m26s +03:24:02 +00:01:00 (17)
18
328 – ROMAIN DUMAS(FRA)
PEUGEOT 2008 DKR
32h08m26s +03:29:02 +00:06:00 (18)
19
326 – MIROSLAV ZAPLETAL(CZE)
HUMMER H3 EVO VII
32h58m06s +04:18:42 –:–:– (19)
20
346 – MARK CORBETT(ZAF)
CENTURY CR5
33h52m30s +05:13:06 –:–:– (20)
21
352 – MARCO BULACIA(BOL)
TOYOTA HILUX
33h58m29s +05:19:05 +00:01:00 (21)
22
308 – CHRISTIAN LAVIEILLE(FRA)
RENAULT DUSTER
34h45m46s +06:06:22 –:–:– (22)
23
312 – ROBBY GORDON(USA)
GORDINI SC1
38h17m53s +09:38:29 +01:04:00 (23)
24
322 – MAREK DABROWSKI(POL)
TOYOTA HILUX
42h14m29s +13:35:05 +02:00:00 (24)
25
347 – TIM CORONEL(NLD)
SUZUKI SWIFT GL
43h24m53s +14:45:29 +00:06:00 (25)

Commenti

commenti