Mondiale Enduro 2016, il punto sul Mercato Piloti.

IMG_6519

Mondiale Enduro. Arrivano le prime notizie dal Mercato Piloti per il Campionato 2016. Davide Guarneri sbarca nell’enduro con Honda, Alex Salvini alla Beta, dagli USA arriva Taylor Robert.

Il Campionato del Mondo di Enduro 2015 si è concluso da meno di due mesi e già è ora di parlare di 2016. Mentre attendiamo il via del SuperEnduro, in programma il cinque di dicembre in Polonia, facciamo il punto sui principali movimenti del Mercato Piloti per la prossima stagione.

La news più importante è senz’altro l’arrivo nel mondo dell’enduro di Davide Guarneri. Il pilota bresciano è reduce da una buona prestazione alla Sei Giorni ed evidentemente tra controlli orari e prove speciali si è trovato bene, tanto che ha deciso di abbandonare il Campionato del Mondo di Motocross nonostante fosse uno dei top rider della classe MX GP.

L’ormai ex crossista è dato quasi per certo in casa Honda Red Moto, dove andrà a sostituire Alex Salvini, in partenza dopo tre stagioni ad altissimi livelli sulla CRF 450, che hanno avuto come acuto il titolo mondiale Enduro 2 nel 2013.

Salvini passa da una rossa giapponese ad una rossa italiana nel team Beta Factory. La firma sul contratto è già stata messa, anche se manca ancora il comunicato ufficiale che, con tutta probabilità, arriverà poco dopo EICMA. Per Alex è verosimilmente pronta una RR 430 per continuare nella categoria E2, categoria in cui potrebbe puntare diretto al Titolo, data anche l’assenza di Renet e Meo, focalizzati a tempo pieno sui Rally.

Rimanendo in casa Beta, resta da stabilire la cilindrata che porterà in gara Johnny Aubert. Il francese sta attualmente testando e comparando la 480 e la 300 a due tempi, scelte che lo porterebbero in E3 dopo tanti anni nella classe di mezzo.

Tornando a parlare di Honda Red Moto, sono tante e davvero prelibate le novità che il 2016 dovrebbe portare. Oltre a Guarneri, si parla di Giacomo Redondi, Davide Soreca e Oscar Balletti, oltre al confermato Battig.

I due giovani in particolare, Redondi e Soreca, sarebbero davvero un gran colpo per la factory giappo-brianzola, che avrebbe due grossi calibri da schierare nella Enduro Junior dopo la partenza di Battig verso le classi Senior.

Redondi, dopo tre anni corsi al top, ma senza il guizzo vincente, con Honda potrebbe trovare nuovi stimoli e rilanciare la sua candidatura per il quel titolo iridato che troppe volte gli è stato portato via da sotto il naso.

Davide Soreca invece deve ancora esprimere tutto il suo enorme potenziale. Il ligure è stato protagonista di un 2015 difficile sulla Beta 250 del team Boano. Proprio quando sembrava aver trovato la quadra con un doppio podio nel GP del Belgio, è arrivata la notizia della separazione tra pilota e squadra dopo parecchie stagioni di successi in campo nazionale e internazionale.

Sulla CRF 250R siamo sicuri che la musica cambierà e che Davide tornerà lo Showreca di sempre. Poche ore fa ha iniziato a girare un video in allenamento su quella che sembra proprio una Honda. A questo punto manca solo la comunicazione ufficiale.

A riempire la sella lasciata libera da Soreca sulla Beta bianco rossa ci ha pensato Matteo Bresolin. L’ex pilota Ktm ha già cominciato gli allenamenti in compagnia di Deny Philippaerts, suo nuovo compagno di squadra.

Fin qui abbiamo parlato solo di italiani, ma i nostri connazionali non sono gli unici ad essere protagonisti di trasfermenti importanti.

Matthew Phillips, dopo due anni sotto la tenda Ktm Factory, lascia e torna nella squadra di Fabrizio Azzalin, infallibile scopritore di talenti che aveva portato l’australiano al Mondiale nel 2013. La moto sarà quindi la Sherco, anche se non è dato conoscerne la cilindrata. Potrebbe rimanere in E3, ma potrebbe anche scendere in E2 con la 300 4t o con la nuova 450.

Per un pilota che torna ce n’è uno che parte, e lo fa in maniera definitiva. Matti Seistola ha annunciato il suo ritiro dalle corse poche settimane fa. Il finlandese è stato un’altra delle scoperte di Azzalin, quando ancora il team manager varesino portava in gara le Husqvarna. Seistola è stato protagonista di un grande avvio di 2015, era candidato a lottare per il titolo con Phillips e Bellino, ma un infortunio alla mano ha fermato la sua corsa.

Anche Aigar Leok ha detto basta. Nell’anno del titolo mondiale E1 con Remes, TM perde uno dei suoi due piloti ufficiali, da tempo protagonista in E3 con la 300 a due tempi.

Per finire sono da segnalare i colpi del team Ktm Factory, anche se a ben vedere non si tratta di veri e propri colpi, quanto più di spostamenti da un campionato all’altro. Nel 2016 arriveranno Taylor Robert e Nathan Watson, rispettivamente dall’enduro USA, sempre con Ktm, e dal campionato MX GP, con Husqvarna.

Se l’adattamento all’enduro di Watson è un grosso punto interrogativo, non c’è invece alcun dubbio sulle capacità di Taylor Robert, fenomeno nel GNCC e nell’Enduro Indoor. Ha già mostrato cosa sa fare nelle ultime Six Days; se dovesse riuscire a replicare la stessa velocità, unita ad altrettanta concretezza, sarebbe da subito un serio contendente per la vittoria nella classe E2.

Per le altre categorie sono confermati in arancione Christophe Nambotin, Ivan Cervantes e Laia Sanz, ai quali si affiancherà Jaume Betriu, che da poche ore ha firmato un contratto per gareggiare con i colori del team Farioli, quindi supportato in via semi ufficiale dal colosso austriaco.

Commenti

commenti