La finta novità Peugeot. Quanto è facile fare il Costruttore in Moto3.

moto3-danny-kent-husqvarna-ktm

L’arrivo di Peugeot nel Motomondiale Moto3 non è da intendersi come l’impegno di una Azienda francese quanto la strategia commerciale, prima che sportiva, del Colosso indiano Mahindra. Solo l’ultimo tassello delle apparenze.

Sì, perchè il marchio Peugeot Scooters è stato ceduto a Mahindra all’inizio dello scorso anno, un’operazione con la quale la Casa automobilistica del Gruppo PSA si è liberata di un fardello pesante consegnando agli indiani la maggioranza del ramo due ruote, un settore che occupava solamente il 3% del Business e causava da diversi anni fortissime perdite.

Mahindra ha approfittato della ristrutturazione Aziendale del Gruppo PSA per mettere le mani su di un brand che per quanto in decadimento e dallo scarso appeal ritiene potenzialmente vincente, soprattutto nei Mercati Orientali, dove l’origine europea del Marchio darebbe la possibilità di proporre prodotti premium come Peugeot Motocycles.

Per farlo c’era bisogno di un rilancio e di una rinfrescata. Quale scenario migliore se non quello delle Corse?

E così nasce la Peugeot MGP3O. No, in realtà non è vero neanche questo: la Moto3 Peugeot non è altro che una Mahindra Racing, come le Husqvarna non sono altro che KTM.

Per portare un esempio recente e nostrano, il Gruppo Piaggio fece la stessa cosa tra 125 e 250 con i marchi Aprilia, Gilera e Derbi. O la bolognese Engines Engineering, che corse sponsorizzata da diversi brand (Malaguti, Lambretta, Loncin) fino a diventare la struttura tecnica proprio di Mahindra Racing.

Nel Motomondiale 2016 saranno in gara diverse MGP30, sia Peugeot sia Mahindra. Quelle con il Marchio del Leone saranno schierate dal Team Saxoprint-RTG e affidate ai competitivi Alexis Masbou e John McPhee.

mahindra-mgp-30-moto3
La Mahindra Racing MGP30 Factory.

Negli ultimi tre anni Mahindra Racing ha fatto investimenti importanti anche a livello italiano e nel 2015 il pilota Marco Bezzecchi (MC R. Pasolini Portomaggiore) e Peugeot-Mahindra hanno vinto il CIV Moto3 Piloti e Costruttori.

Come per KTM, anche Mahindra ha ottenuto dalla Federazione l’Okay per far correre le MGP30 a marchio Peugeot come Costruttore indipendente, quindi figureranno nel Mondiale Costruttori come entità separate con la garanzia di essere seguite da due strutture tecniche differenti.

Anche qui ci sarebbe da discutere perchè seguendo questa logica qualsiasi Team cambiando il precarico di una forcella potrebbe ritenersi Costruttore, ma evidentemente alla Federazione fa comodo dare l’illusione ad un pubblico disattento che ci siano tanti Marchi in competizione, quando in realtà i Costruttori sono tre: Honda, KTM e Mahindra, più i due telaisti Kalex e FTR.

Commenti

commenti