La MotoGP su SKY dal 2014? Sì, ecco perchè!

sky

C’è interesse di Sky verso il Motomondiale. Una questione che avevamo già sollevato nelle scorse settimane: vediamo di capire meglio cosa potrebbe succedere tra 2 anni. Con SKY sul Digitale Terrestre e non solo…

 

L’emittente Televisiva Satellitare SKY vuole il Motomondiale. A sostenerlo oggi è anche Il Sole 24 Ore: un “piatto”, quello della MotoGP, valutato attorno ai 20 milioni di euro. L’accordo in vigore tra Dorna (Organizzatore) e Mediaset (Attuale emittente italiana) scadrà nel 2013 e l’Azienda di Cologno Monzese vanta un diritto di prelazione. Ma il rinnovo è tutt’altro che scontato, vediamo perchè.

 

1) Trascinatore della commercializzazione del Motomondiale in Italia è stato Valentino Rossi. I risultati poco incoraggianti del 9 Volte Campione del Mondo hanno già incrinato gli ascolti della MotoGP su Italia Uno. Nell’ultimo anno (il 2011) si è registrato un calo, per ogni Gara MotoGP, di circa 500mila/1.2 milioni di spettatori (con una Media totale passata da 6 mln a 4.8 mln). La personalizzazione della disciplina, caso unico in Italia, portò del resto un dimezzamento degli ascolti nel 2010 quanto Valentino si infortunò e fu costretto a saltare 4 gare. Complice anche il Mondiale di Calcio, disse qualcuno.

 

2) Il sodalizio di Rossi con Ducati scadrà a fine 2012 e Valentino ha più volte dichiarato di puntare ad un altro contratto prima del ritiro. I contratti dei Piloti hanno storicamente valenza biennale, motivo per il quale Rossi potrebbe ritirarsi a fine 2014. Qui le dichiarazioni in merito.  Che interesse economico avrebbe Mediaset a confermare 5 anni di Diritti TV con il rischio concretissimo di un crollo di ascolti (e quindi di ricavi) e di inserzioni pubblicitarie (e quindi di ricavi)? Nessuno.

 

3) Mediaset sarà interessata ad un prodotto così diverso rispetto a quello che ha proposto negli ultimi 10 anni? O meglio: che ne sarà della MotoGP da qui al 2014? Le CRT saranno davvero imposte come “main bike”? Le MotoGP troveranno una soluzione per contenere i costi ma rimanere prototipi?

 

4) Dal 2014 Sky potrà trasmettere con il proprio Brand anche via Digitale Terrestre. Attualmente trasmette con un paio di canali, come “Cielo” e “Real Time”. Mentre dal 2014 il marchio Sky potrà “in prima persona” occupare le frequenze del DTT già acquistate negli scorsi anni.

 

5) Il Motociclismo è l’unico settore dove SKY è stata da sempre carente. F1, Nascar, Indy: i motori non sono mai mancati. Le due ruote sì.

 

 

Quello che interessa a tutti gli appassionati, comunque, è la risposta alla seguente domanda: la MotoGP rimarrà in “chiaro”, ovvero senza la sottoscrizione di abbonamenti?

 

Sì, SKY trasmetterà in chiaro e anche sul Digitale Terrestre: quindi senza dover avere necessariamente una parabola satellitare. Probabilmente la Tv di Murdoch proporrà anche contenuti esclusivi come fece con la F1, magari solo su Sky Sport. Ma queste saranno politiche aziendali e commerciali ad oggi difficilmente pronosticabili.

Commenti

commenti