Mercedes GLC, prime impressioni sul SUV Medio in vendita da 47.940 euro.

MERCEDES-GLC-SOPRAELEVATA-2

MERCEDES GLC, CARATTERISTICHE TECNICHE E PRIME IMPRESSIONI DI GUIDA AL VOLANTE DEL SUV DI MEDIE DIMENSIONI DELLA CASA DELLA STELLA. MOTORI BENZINA (250) E DIESEL (220d e 250d) TUTTI 4MATIC, PREZZO, ALLESTIMENTI E VERSIONI.

Il rinnovamento Mercedes-Benz passa per la nuova GLC, una tappa fondamentale nel percorso intrapreso dall’Azienda tedesca da ormai un paio d’anni. Mercedes GLC viene presentata come erede diretta del GLK, ma le differenze tra ieri e oggi sono evidenti. È stata presentata pochi giorni fa al Salone di Francoforte, ma l’ho già guidata. Ecco le mie prime impressioni.

Rispetto al GLK è più grande e più leggero.

Per costruire la nuova GLC è stato utilizzato il telaio modulare MRA (Modular Rear Architecture), un pianale condiviso con la nuova famiglia Classe C ed adeguatamente modificato per rispondere alle esigenze di una vettura con molta più luce da terra, pensato per superare ostacoli e cavarsela senza problemi nei tratti di fuoristrada di media difficoltà. Per i più esigenti e audaci è disponibile un optional molto apprezzato che cambia, premendo un semplice bottone, assetto, angoli e… possibilità.

Stiamo parlando delle sospensioni pneumatiche Air Body Control che permettono di alzare il veicolo di ben 50 mm rispetto ad una GLC standard. Il pacchetto Offroad consente di scegliere un assetto con sospensioni meccaniche che offrono comunque un bel +20 mm.

telaio-mercedes-glc

Nel complesso la nuova GLC è lunga 4,66 metri (13 cm in più rispetto alla GLK), ha un passo di 2.873 cm (più lungo di 118 mm), ed è larga 1.890 cm, ben 50 centimetri in più, dato che si traduce in miglior abitabilità per i passeggeri. Il bagagliaio ha una capacità di 550 litri, che diventano 1600 reclinando il divanetto posteriore.

Evidenti le differenze estetiche e di design: Mercedes abbandona il muso “dritto” che aveva contraddistinto i canoni stilistici della precedente generazione di vetture per adottare linee più tonde e morbide. Ricerca stilistica che non è fine a se stessa, visto che ciò ha contribuito all’abbassamento del valore Cx (da 0,34 a 0,31) e della resistenza aerodinamica

Insomma, la GLC è più grande della GLK. Ma è più leggera grazie al largo utilizzo di materiali leggeri ed alluminio per la realizzazione del pianale MRA, operazione che permette di risparmiare circa 80 kg a parità di modello e motore.

Cinque allestimenti per il Mercato italiano.

Mercedes-Benz prosegue nella filosofia dell’allestimento chiaro, marchiato, identificativo… ufficiale. Prediligendo l’offerta di versioni già equipaggiate con optional confezionati seguendo le indicazioni dei propri Clienti rispetto ad un modello di base “spoglio” da personalizzare con elementi che perderanno valore al momento della rivendita.

Per il Mercato italiano sono stati scelti cinque allestimenti: Executive, Business, Sport, Exclusive e Premium.

Executive prevede il Pacchetto Chrome per gli esterni, cerchi in lega da 17″ e Audio 20 CD con predisposizione per il sistema di navigazione Garmin Map Pilot. La Business adotta Pacchetto Chrome, Cerchi in lega da 17″ e tirefit, Audio 20 CD e sistema di navigazione Garmin Map Pilot, Park assist con PARKTRONIC e Mirror PACK.

mercedes-glc-4matic-250d-monza-rosso

Nella Sport troviamo gli esterni EXCLUSIVE, i Cerchi in lega da 18″, Audio 20 CD e sistema di navigazione Garmin Map Pilot, Park assist con PARKTRONIC, Mirror PACK, Fari LED HIGH Performance con Intelligent light system e Pacchetto luci abitacolo.

Nella versione Exclusive abbiamo l’allestimento Sport con l’aggiunta dei Cerchi in lega da 19″, interni ed esterni dedicati e Rivestimento dei sedili in pelle e Sistema di navigazione satellitare COMAND Online.

La Premium, inoltre, alza nuovamente l’asticella offrendo sulla base della Exclusive il pacchetto AMG Line per interni ed esterni, cerchi AMG Line, Sospensioni pneumatiche AIR BODY CONTROL e regolazione in tempo reale dell’assetto.

Tanta elettronica di serie.

Di serie Mercedes GLC offre i sistemi di assistenza alla guida come il COLLISION PREVENTION ASSIST PLUS, il sistema di assistenza in presenza di vento laterale, l’accensione automatica delle luci, l’ATTENTION ASSIST ed il sistema di assistenza per la dinamica in curva ESP, sono disponibili di serie. Un supporto maggiore per il guidatore ed una sicurezza elevata per i passeggeri sono garantiti dal pacchetto di sistemi di assistenza alla guida di ultima generazione (disponibile a richiesta), che comprende ad esempio il DISTRONIC PLUS con sistema di assistenza allo sterzo e Stop&Go Pilot, il sistema frenante PRE-SAFE con riconoscimento pedoni, il BAS PLUS con sistema di assistenza agli incroci, il Blind Spot Assist attivo, il sistema antisbandamento attivo e il PRE-SAFE PLUS.

mercedes-glc-interni

Tra gli equipaggiamenti di GLC figura anche il sistema di gestione della dinamica di marcia DYNAMIC SELECT con i cinque programmi INDIVIDUAL, SPORT, SPORT+, COMFORT ed ECO. Il Pacchetto Tecnico Offroad, con rappresentazioni dinamiche del COMAND sul Media Display in tempo reale, comprende il Downhill Speed Regulation (DSR), cinque programmi di marcia Offroad, protezione antincastro, funzione luci Offroad e un livello di marcia rialzato di 20 mm (sospensioni meccaniche) o di 50 mm massimi (AIR BODY CONTROL).

Tutte le funzioni e le impostazioni importanti della vettura possono infatti essere gestite in modo intuitivo dal guidatore mediante il comando centrale a manopola/pulsante o il touchpad. Le impostazioni o le informazioni richieste vengono visualizzate con chiarezza sull’ampio Media Display a colori, parzialmente integrato al centro della plancia portastrumenti. Inoltre, i tasti di selezione diretta posti accanto al modulo di comando delle luci, a sinistra del volante, consentono di attivare direttamente i più importanti sistemi di assistenza alla guida.

Motori: diesel e benzina, ma arriverà anche l’ibrido.

La gamma al lancio è costituita da tre motori quattro cilindri benzina e diesel. L’offerta con alimentazione a gasolio è declinata in 220d 4MATIC e 250d 4MATIC. Il primo è un quattro cilindri in linea da 2.143 cc, 170 CV di potenza a 3.000-4.200 giri/min e ben 400 Nm di coppia a 1.400-2.800 giri/min. Il secondo mantiene la medesima architettura e cilindrata ma, grazie ad una elettronica e sovralimentazione più orientata alle performance, offre 204 CV di potenza e 500 Nm di coppia. Entrambi i motori sono a iniezione diretta ad alta pressione con tecnologia common rail, turbocompressore a gas di scarico a due stadi e raffreddamento dell’aria di sovralimentazione.

Il motore benzina presente sul GLC 250 4MATIC è il quattro cilindri in linea da 1.991 cc, sovralimentato tramite turbocompressore e capace di 211 CV di potenza a 5.500 giri/min e 350 Nm di coppia a 1.200 – 4.000 giri/min.

mercedes-glc-220d-4matic-motore

I modelli GLC 220d 4MATIC, GLC 250d 4MATIC e GLC 250 4MATIC offrono di serie il cambio automatico a nove rapporti 9G-TRONIC con doppia frizione e possibilità di cambiare marcia utilizzando i due paddles posti dietro al volante.

Il sistema trasmissione è gestito elettronicamente dal pacchetto Dynamic Select che permette, attraverso un selettore a rotella posto alla sinistra del cambio, di scegliere la mappatura più idonea all’utilizzo che vogliamo fare dell’automobile.

Le varie Opzioni Comfort, Eco, Sport, Sport+ e Individual (settabile con parametri personali) intervengono sull’erogazione del motore, la curva di coppia, la taratura delle sospensioni ed il feedback dello sterzo, regolando l’autotelaio secondo il profilo scelto.

Tutti i modelli Mercedes GLC offrono la trazione integrale permanente 4MATIC con ripartizione di base della coppia motrice nel rapporto 45:55 tra avantreno e retrotreno e adozione del differenziale centrale con frizione a lamelle multidisco, abbinamento ai sistemi di regolazione della dinamica di marcia ESP, ASR e 4ETS.

Il capitolo consumi, non avendo ancora potuto fare una prova lunga e approfondita, si base su quanto dichiarato dalla Casa tedesca. 6.5 litri ogni 100 km per la 220d, 6.6 litri per la 250d e 7.9 litri per la 250.

Il Lancio sul Mercato della Mercedes GLC prevede le motorizzazioni diesel e benzina, tutte sovralimentate. Più avanti arriverà il GLC 350e 4MATIC con potenza complessiva di i 155+85 kW (211+116 CV) e cambio 7G-TRONIC PLUS.

Questo modello ibrido è in grado di viaggiare in modalità esclusivamente elettrica per 34 km e accelera da 0 a 100 km/h in 5,9 secondi grazie alla funzione boost. Analogamente al grande modello plug-in della Classe S, anche GLC 350 e 4MATIC offre tutti i tipici sistemi per il comfort e l’efficienza: dalla strategia di gestione flessibile ed intelligente, ai programmi di marcia specifici per i modelli ibridi fino all’acceleratore aptico e alla preclimatizzazione.

Prime impressioni.

La nuova GLC è il nuovo tassello Mercedes nel panorama SUV di media taglia. Moderna e tecnologica nelle dotazioni, nel sistema di trasmissione e nella gestione dei parametri vettura, ha tutto quello che ci si aspetta da una vettura di Brand Premium dal punto di vista della propulsione e della interattività. Come spesso accade la motorizzazione migliore è quella più potente e, soprattutto, con più coppia: la 250d 4MATIC, forte dei suoi 500 Nm, è la scelta migliore. Il diesel è fluido e sempre pronto, modulabile utilizzando le varie mappature. Si può cambiare con i paddles al volante, ma nove rapporti iniziano a diventare veramente tanti: su vetture di questo tipo è meglio farsi trasportare dal cambio automatico.

La differenza di prezzo a parità di motore è tutta “amministrativa” e vale assolutamente la pena pagare qualche euro in più di bollo ed assicurazione per garantirsi un motore potente, robusto e capace di trasportare senza alcuna esitazione cinque persone a pieno carico.

L’evoluzione dei moderni quattro cilindri diesel, abbinata alla sovralimentazione a doppio stadio, ci regala propulsori capaci di valori di coppia da motore con architetture e frazionamenti più esclusivi. Il 250 4Matic è un buon motore benzina ma senza dubbio di difficile collocazione nel Mercato italiano: meglio un meno assetato ed economico (da rifornire) 220d a gasolio.

MERCEDES-GLC-PROA

Ottimo l’assetto con sospensioni pneumatiche per chi vuole fare Offroad. Premendo un semplice tasto possiamo alzare l’assetto della vettura concedendoci angoli di ingresso, di dosso e di uscita molto più pronunciati. Certo, difficilmente un Cliente GLC sentirà la necessità tecnica di superare un ostacolo tanto pronunciato, visto che nello sterrato “di tutti i giorni” la GLC se la cava egregiamente semplicemente mettendo le ruote nel posto giusto. Però, parliamoci chiaro, le pneumatiche sono una figata.

Le note negative riguardano l‘assistente vocale del sistema di Navigazione, con evidenti problemi nel pronunciare numeri, strade ed alcuni nomi di Città, non certo in linea con un servizio Premium. Serve subito un aggiornamento. Non mi hanno convinto gli interni, di alta qualità percepita ma con plastiche di inferiore qualità reale per ciò che mi aspetto da un’automobile con prezzo di partenza di poco inferiore ai 50 mila euro.

Questo il listino della nuova Mercedes GLC: 

Mercedes GLC 220d 4Matic: 47.940 euro (Executive), 49.530 euro (Business), 51.240 euro (Sport), 56.240 euro (Exclusive), 56.240 euro (Premium).

Mercedes GLC 250d 4Matic: 48.790 euro (Executive), 50.380 euro (Business), 52.090 euro (Sport), 57.090 euro (Exclusive), 57.090 euro (Premium).

Mercedes GLC 250 4Matic: 48.550 euro (Executive), 50.140 euro (Business), 51.850 euro (Sport), 56.850 euro (Exclusive), 56.850 euro (Premium).

Commenti

commenti