Moto2, Zarco pronto a prendersi il Mondiale: Campione ad Aragon se…

Zarco, Moto2, Grand Prix of the Americas, 2015.

Johann Zarco punta il Mondiale Moto2: il francese può diventare Campione domenica ad Aragon.

Se il Mondiale MotoGP è molto combattuto, lo stesso non si può dire per le restanti categorie del Motomondiale.

In Moto3 Danny Kent è il dominatore della categoria: il britannico arriva in Giappone con 234 punti contro i 179 di Enea Bastianini, anche se l’italiano ha ottenuto la prima vittoria in Carriera proprio dieci giorni fa a Misano.

Ma il vero “cannibale” del Motomondiale 2015 è Johann Zarco, leader del Campionato Moto2. Il pilota francese sta raccogliendo i frutti di un’intera Carriera lasciando agli avversari solo le briciole, dominando la seconda parte della Stagione con la Kalex del Team Ajo Motorsport.

johann-zarco-moto2-2015

Zarco ha messo in fila cinque vittorie e tre secondi posti tra Mugello e Misano rendendo il proprio primato ormai intaccabile: ora guarda tutti dall’alto con 274 punti. Troppi per tutti, a partire da Tito Rabat (181) e Alex Rins (164) , il primo Campione in carica della Classe intermedia motorizzata Honda.

Il gap tra Zarco e i due inseguitori è di rispettivamente 93 e 110 punti.

Questo significa che Johann potrebbe vincere il proprio primo Mondiale in Carriera già questo weekend nel Gran Premio di Aragon.

Sì, perchè se a fine Gran Premio il distacco tra il primo degli inseguitori dovesse essere superiore ai 100 punti, il Titolo sarebbe assegnato con quattro gare di anticipo.

Sarà necessario che Zarco conquisti 7 punti in più del diretto inseguitore Tito Rabat o assicurarsi di non perderne più di 10 da Rins, per aggiudicarsi matematicamente il titolo.

Johann Zarco ha debuttato nel 2009 in sella ad una Aprilia, terminando al 20esimo la propria prima stagione in 125. Vice Campione della ottavo di litro nel 2011 su Derbi, dal 2012 corre in Moto2.

Un anno con telaio MotoBi, due anni con telaio Suter. Poi il passaggio al Kalex e i successi, meritatissimi e che premiano la gavetta di un pilota metodico e talentuoso: sei vittorie solo quest’anno tra Argentina, Catalunya, Olanda, Repubblica Ceca, Gran Bretagna e San Marino.

Commenti

commenti