Tony Cairoli si arrende: salta le prossime due gare. Febvre mette le mani sul Mondiale MX GP.

CairoliSat_MXGP_8_F_2015

Mondiale Motocross. Antonio Cairoli sarà costretto a non partecipare ai GP di Repubblica Ceca e Belgio per recuperare dall’infortunio al braccio. È l’addio ad ogni speranza di titolo iridato.

Ha provato a stringere i denti. Dopo l’infortunio subito nella manche di qualificazione del GP d’Italia Antonio Cairoli ha corso anche in Germania, Svezia e Lettonia. Ma alla fine ha dovuto mollare.

Nonostante la sospensione di ogni allenamento in moto nell’ultimo mese e mezzo, le sollecitazioni procurate in gara sono state decisive e non hanno permesso alla frattura al gomito di saldarsi adeguatamente.

Di qui la decisione di prendersi una pausa più lunga delle due settimane tra i GP di Kegums e Loket. Tony ha capito che correre senza essere al top della forma, contro avversari così in palla, non avrebbe avuto senso, non ci sarebbero state grandi chance di recuperare sul leader di campionato e il problema al braccio non avrebbe fatto altro che trascinarsi nel tempo.

Saltando gli appuntamenti in Repubblica Ceca, questo fine settimana, e in Belgio, il prossimo, Antonio dice necessariamente addio ad ogni speranza di riconfermarsi Campione del Mondo MX GP, titolo che sarebbe stato il nono della sua carriera e settimo consecutivo. 

Questo è quello che il siciliano volante ha voluto comunicare attraverso il suo profilo Facebook ai suoi tifosi dopo aver compiuto una scelta sicuramente molto sofferta:

Non ero pronto a gettare la spugna! Purtroppo dalle ultime indagini diagnostiche la frattura al gomito e alla mano stanno mostrando un preoccupante ritardo di calcificazione, probabilmente dovuto alla prosecuzione dell’attività sportiva.

Non è certo stato divertente correre con un infortunio e non poter lottare per la vittoria, anche se ci ho provato lo stesso ma adesso devo fermarmi e sperare che guarisca senza bisogno di intervenire chirurgicamente!

Non ci resta che augurare buona guarigione al nostro campione. Sappiamo che tornerà più forte di prima, e lo farà verosimilmente tra poco più di un mese per il terzo Gran Premio italiano, a Mantova il 23 di agosto. Sappiamo che nelle tappe rimanenti del Campionato non ce ne sarà per nessuno, Febvre compreso.

Ad ogni modo onore al rookie francese. La sua stagione 2015 è stata incredibile e il titolo mondiale, servito su un piatto d’argento, sarebbe meritato più che mai.

Commenti

commenti