Ducati GP15, battesimo infuocato: tempi ottenuti con la gomma dura!

iannone motogp sepang ducati gp15

La Ducati GP15 debutta lanciando i propri piloti in Top 4.

Iannone e Dovizioso chiudono molto bene la seconda giornata di Test MotoGP a Sepang, utilizzando la gomma dura. Doppia soddisfazione.

Il lavoro paga sempre. Non sappiamo se la Ducati GP15 potrà essere l’arma suprema di Borgo Panigale.

Ciò che sappiamo è che la programmazione decisa dall’Ingegner Gigi Dall’Igna si è rivelata esatta.

Alla presentazione della nuova Desmosedici piloti e tecnici erano d’accordo: la GP15 è meglio, ma non potrà essere subito veloce come la GP14.3.

Dopo il primo giorno di Test interamente dedicato alla Ducati GP15 ecco Andrea Iannone ed Andrea Dovizioso tra i primi quattro. Tempi molto interessanti per il nuovo prototipo di Borgo Panigale lungo il circuito di Sepang, promossa la strategia di Dall’Igna.

Se sotto alle carene si trova una moto completamente nuova per telaio e motore e questa è subito veloce, allora il trasferimento dati tra la GP14.3 (utilizzata anche ieri) e la GP15 è riuscito.

E quando vedi le due Ducati GP15 tra i primi quattro e senza utilizzare la gomma “supersoft” a disposizione, allora non può che crescere l’entusiasmo, unito dalla consapevolezza di aver ancora un percorso da compiere.

Andrea Iannone:

Sicuramente oggi è stata una bella giornata. Questa mattina, quando abbiamo iniziato a girare, sono riuscito a trovare subito un feeling migliore con la GP15 e sono contento che giorno dopo giorno, facendo dei chilometri con questa nuova moto, io riesca ad acquisire sempre più feeling.

In più siamo riusciti a migliorare il setup della moto e siamo stati abbastanza veloci. Più del time-attack nel finale, sono contento del lavoro svolto durante la giornata, perché mi ha consentito di fare il mio tempo con la gomma dura.

Il team sta lavorando molto bene, e la moto sta crescendo giorno dopo giorno. È migliorata molto nei cambi di direzione e nell’agilità ed è più veloce da una curva all’altra e questi sono tutti aspetti positivi.

Andrea Dovizioso:

Molto bene anche oggi: sono contento se paragono i mei tempi con quelli fatti registrare dagli altri piloti.

Però secondo me dobbiamo fare ancora parecchio lavoro, nel senso che siamo veloci ma non riesco ancora a guidare come vorrei, e il mio feeling con il davanti non è ancora perfetto.

Stiamo lavorando molto e provando numerosi set-up per cercare di capire com’è questa moto, perché è parecchio diversa dalla GP14.

È chiaro che c’è molto entusiasmo perché la moto è migliorata, ma abbiamo ancora bisogno di tempo per migliorare le nostre prestazioni.

Commenti

commenti