MotoGP 2015, Lorenzo: Marquez il favorito, poi Rossi. Io? Devo dimostrarlo…

yamaha m1 motogp 2015 (6)

Jorge Lorenzo e il Motomondiale 2015. Il pilota spagnolo della Yamaha MotoGP è chiamato al riscatto dopo un 2014 difficile, chiuso comunque in crescita.

In occasione della presentazione del Team Yamaha Movistar MotoGP, tenutasi ieri a Madrid, Lorenzo ha parlato di quello che è stata la passata stagione, delle aspettative che nutre per il nuovo anno e su quelli che considera i propri rivali e favoriti al Titolo.

Jorge, nelle dichiarazioni rilasciate a motogp.com, ha un approccio molto critico, umile e probabilmente realista su quella che sarà la sua Stagione in MotoGP, incassando i risultati e i verdetti della pista, con la testa molto alta.

La scorsa stagione iniziò con molti problemi per te, come si presenta la prossima?

Sicuramente sono in ottima forma. Sono più forte perchè mi sono allenato a dovere in inverno e stavolta non ho dovuto sottopormi a nessuna operazione, cosa che invece sono stato costretto a fare nel 2014. Fino a quando non salirò in moto, preferisco esser cauto.

Cosa è cambiato nella tua preparazione rispetto al 2014?

Ho deciso di cambiare i programmi perchè vedevo che le cose non stavano andando come volevo. Adesso ho conosciuto un diverso equilibrio col mio nuovo allenatore argentino e siamo partiti lavorando per esser pronti a inizio stagione, in modo tale da non commettere più gli stessi errori.

Hai la certezza che la Yamaha sia migliorata?

Non lo sapremo fino al primo test dell’anno. Non so a quale livello si troverà la M1 a Sepang, ma sono sicuro che i nostri ingegneri hanno lavorato sodo. Certo non posso sperare di andare 1″ più veloce al giro, ma sono ottimista.

Nella seconda parte della MotoGP 2014 sei salito regolarmente a podio. Ti senti un candidato al titolo?

L’anno scorso non lo sono stato a causa degli errori commessi nelle prime gare. Non voglio partire da favorito perchè in realtà non lo sono. L’anno scorso il risultato finale ha rispecchiato in pieno la mia stagione. Marquez è ancora il favorito, e subito dopo c’è Valentino. Dani Pedrosa e io partiamo dietro, fino a quando non dimostreremo il contrario.

Commenti

commenti