Superbike, GP Qatar: è cominciato l’ultimo atto del 2014. Laverty comanda, Sykes parte piano

laverty losail sbk
laverty losail sbk
Superbike Losail: Eugene Laverty è stato il più veloce al termine delle FP2.

Nella notte di Losail è cominciato il Gran Premio del Qatar, ultimo appuntamento del Mondiale Superbike 2014. Il round decisivo per l’assegnazione del Titolo Piloti, conteso tra il Campione in carica della Kawasaki Tom Sykes e l’alfiere di Aprilia Sylvain Guintoli, ma anche del Titolo Costruttori (sempre affare tra le due Case di Iwata e Noale) ha visto la partenza sprint di Eugene Laverty.

Il pilota della Suzuki ha spaccato il cronometro delle Prove Libere 2 all’ultimo giro disponibile, portandosi a casa la leadership grazie al tempo di 1’58.449.

Può sorridere proprio Guintoli, in prima fila provvisoria grazie al 3° tempo alle spalle di Chaz Davies su Ducati. Il francese paga 432 millesimi di ritardo ma è stato nettamente più rapido del rivale Tom Sykes, solo 9° in 1’59.842 con la Kawasaki Ninja ZX-10R.

Sul tracciato Mediorentiale hanno ben figurato le due Honda CBR1000RR del team Pata Ken Kate: Johnny Rea è 4°, Leon Haslam 5°. 6° tempo per Loris Baz.

Non una Sessione memorabile per i piloti italiani. Il miglior è stato Niccolò Canepa, 8° in sella alla Ducati 1199 Panigale Evo del team Althea Racing. 10° Melandri con Aprilia,  17° Andreozzi, 19° Corti con la MV Agusta.

Non è riuscito a mettere a referto nessun tempo utile il ducatista Davide Giugliano: il pilota laziale è stato vittima di una noia tecnica sulla sua Ducati 1199 Panigale ed ha dovuto guardare le FP2 dai box.

Risultati Superbike Qatar: Clicca Qui per tutti i risultati delle Prove Libere 2 di Losail.

Commenti

commenti