Si chiamerà KTM RC16 MotoGP: gli austriaci annunciano il loro Prototipo per la Classe Regina!

proton ktm
proton ktm
Proton-KTM 2005: un flop clamoroso che non arrivò a fine anno.

KTM in MotoGP, le Classe Regina del Motomondiale. La “bomba” è lanciata da Stefan Pierer, Amministratore Delegato della Casa austriaca.

Il manager ha rivelato a Speedweek le intenzioni del Costruttore, che negli ultimi anni si è avvicinato nuovamente al mondo della Velocità dopo un’esperienza tra luci e ombre a metà degli anni ‘2000.

KTM sfrutterà la Nuova Era della MotoGP per proporre un Prototipo che si chiamerà KTM RC16 e avrà un motore da 1000cc con architettura V4. Pierer si è esposto a 360° al Magazine, dicendo che: “il motore sarà pronto per i primi Test al banco nel Maggio del 2015. I piani prevedono lavori di sviluppo per tutto il 2016, una wild card a fine Campionato e la nostra presenza ufficiale come Costruttore a tempo pieno nel 2017”.

Insomma, si capisce che KTM non pensa da ieri alla MotoGP. Del resto negli ultimi anni, rimpolpata da capitali indiani, era tornata nel Motomondiale arrivando a dominare nella Classe Moto3, dominio che dura ancora oggi e che ha incoronato KTM come Regina delle monocilindriche da 250cc a 4tempi, stracciando Honda.

E Pierer un paio di mesi fa aveva ammesso che la MotoGP fosse il suo personale sogno.

E proprio dalla filosofia sfoggiata in Moto3 arriveranno alcune soluzioni per la KTM RC16 MotoGP 2017: la moto avrà un telaio in tubi e le sospensioni WP, storico brand legato a doppio filo a KTM.

Occhio al Pool di Ingegneri: potrebbe tornare in attività Filippo Preziosi, ex Ducati.

Motore V4, telaio in tubi…. il buon Filippo conosce queste cose.

KTM, che lega la propria Gloria al Mondo del Motocross, del Supermotard e dell’Enduro, ha già partecipato al Motomondiale in passato, ottenendo buoni risultati nelle Classi 125 e 250, all’epoca con la Tecnologia motore a due tempi che è fiore all’occhiello della Casa.

Nel 2005 KTM aveva fornito i propulsori alla Proton KR MotoGP, ma la Collaborazione si rivelò un flop e gli austriaci si ritirarono a Campionato in corso.

Ora, dopo aver maturato esperienza in Moto3 e, soprattutto, aver stabilizzando la propria situazione economica (KTM non è certo più la piccola Casa austriaca di qualche anno fa…) gli uomini di Mattighofen sono pronti al nuovo assalto: a condurlo sarà la KTM RC16 2017.

Commenti

commenti