Supermoto, GP d’Europa: Ivan Lazzarini conquista la Pole a Castelletto di Branduzzo

lazzarini supermoto castelletto

Ivan Lazzarini

Si sono appena concluse le qualifiche della quinta prova del Mondiale Supermoto 2014, gara valida per l’assegnazione del GP d’Europa in svolgimento oggi sulla pista lombarda di Castelletto di Branduzzo, dove per la prima volta quest’anno il programma presentato dall’organizzatore Bprom, si svilupperà nella sola giornata di sabato.

Nel turno di Time Practice riservato al mondiale S1, il finlandese campione del mondo in carica Mauno Hermunen (TM-Shr) riesce a staccare il tempo record della giornata con un velocissimo 1’40.154.

Secondo posto per il francese leader del campionato Thomas Chareyre (TM Racing Factory) 1’40.576, che a sua volta anticipa l’austriaco Lukas Hollbacher (Husqvarna) e il pesarese Ivan Lazzarini (Honda L30 Racing), quindi l’altro transalpino Adrien Chareyre (Aprilia Fast Wheels) e la new entry del campionato Bernd Hiemer (Ktm Bauerschmidt), il tedesco due volte iridato e poi passato ad altre specialità motociclistiche.

L’ordine dei migliori sei della lista è stato poi rimesso in gioco dalla prova Superchrono, che ha visto effettuare il giro più veloce ad uno strepitoso Ivan Lazzarini, primo in griglia a fianco del secondo classificato Hermunen seguito da A. Chareyre, T. Chareyre, Hiemer e Hollbacher.

Settimo posto per il bulgaro Karanyotov, quindi il bolognese del team Assomotor, Christian Ravaglia (Honda), il piacentino Edgardo Borella (Yamaha) e il Ceco Pavel Kejmar (Husqvarna 833 Racing Team) per i migliori dieci.

Dopo un bellissimo duello nelle primissime posizioni della classe continentale SM2 con Yuri Guardalà (Honda IFG Gazza Racing), Fabrizio Bartolini (Honda Assomotor), Giovanni Bussei (TM SBD Union Bike), Paolo Gaspardone (Honda IFG Gazza Racing), alla fine la spunta il ligure Yuri Guardalà (Honda IFG Gazza Racing), che ha fermato il cronometro su 1’41.268.

Guardalà pecede il torinese Giovanni Bussei, quindi il piemontese Paolo Gaspardone che anticipa l’imolese del Team Assomotor, Bartolini e il  finlandese Asseri Kingelin (Fast Wheels Aprilia) nell’ordine dei migliori cinque.

Commenti

commenti