Superbike, Laguna Seca: Tom Sykes vince Gara 2, Melandri beffato alla terza ripartenza

0354_p09_sykes_action_full

0354_p09_sykes_action_full

Superbike Laguna Seca, Gran Premio degli Stati Uniti: Tom Sykes lascia con una vittoria gli USA, imponendosi al termine di una rocambolesca Gara 2 al Mazda Raceway.

Giornata concitata in California: prima Red Flag per via di un incidente tra Alex Lowes e Loris Baz al cavatappi, poi ripartenza con gara ridotta a 7 giri e nuova Red Flag. Questa volta Sylvain Barrier viene disarcionato dalla BMW S1000RR e finisce contro il muretto dei box.

Apprensione per il pilota francese, già reduce dal brutto infortunio che lo ha tenuto fuori nella prima parte di Campionato.

Alla terza ripartenza è beffa per Marco Melandri: il vincitore di Gara 1 finisce a terra all’ultima curva ed è costretto al ritiro dopo aver provato a ripartire. Out anche Davide Giugliano, con il brivido: la Ducati 1199 Panigale R scivola sul fondo del Cavatappi, fortunatamente senza essere colpita (e senza colpire) alcun pilota.

A restare in piedi e a godere della Sprint Race americana è Tom Sykes su Kawasaki, davanti al piazzatissimo Sylvain Guintoli su Aprilia e alla Honda di Johnny Rea: questo il Podio.

Quarto posto firmato Suzuki ed Eugene Laverty, poi Elias, Baz e Haslam davanti ad uno splendido Ayrton Badovini, 8° con la Bimota anche se il piazzamento non è valido per la Classifica finale. Le Bimota BB3 vengono tolte, ma ce ne sarebbero 2 in Top 10: pure Iddon lascia la zampata ed è 9° al traguardo. Così il primato tra le EVO va a David Salom su Kawasaki.

Ora in Classifica Tom Sykes allunga: 1° posizione a quota 325 punti, seguito da Guintoli a 281 e da Rea a 261.

Prossimo appuntamento il 7 Settembre a Jerez de la Frontera, in Spagna, per il quartultimo round del Campionato 2014.

Risultato Superbike Laguna Seca: clicca qui per tutti i risultati di Gara 2.

Commenti

commenti