MotoGP, è tramonto a Valencia: tutti i risultati dell’ultima giornata di Test. Ci vediamo nel 2014

MARQUEZ VALENCIA

MARQUEZ VALENCIA

Terza ed ultima giornata di Test invernali all’Autodromo Ricardo Tormo di Valencia, dove i team MotoGP si sono fermati dopo l’ultimo round che ha decretato Marc Marquez Campione del Mondo.

Le squadre della Classe Regina hanno provato nuove soluzioni, comparato materiale e fatto prendere il primo feeling ai nuovi piloti.

Tra i trasferimenti più interessanti quello di Cal Crutchlow in Ducati, quello di Nicky Hayden sulla Honda RCV1000R del Team Aspar e l’approdo di Pol Espargarò e Scott Redding, il primo in sella alla Yamaha Tech3 e il secondo con la Honda PR di Gresini.

L’ultima giornata non ha visto in pista le Yamaha Factory di Lorenzo e Rossi, che hanno pareggiato i conti con le Honda HRC a riposo nella giornata di lunedì.

Il più rapido è stato nuovamente Marquez su RC213V HRC 2014, che ha girato con una moto telaisticamente differente rispetto alla pre-2014 guidata sino a domenica, concludendo in 1’30.287.

Buon guizzo di Bradley Smith, anche lui non più Rookie da pochi giorni: l’inglese, confermato dalla squadra di Poncharal, è 2° a +0.311 dal giovane iridato.

Terza la Honda LCR di Stefan Bradl (+0.581), poi la seconda HRC di Dani Pedrosa a +0.705. Chiude la Top 5 Alvaro Bautista, sempre su Honda ma questa volta di Gresini, che ha pure demolito completamente la versione 2014 della RC213V a seguito di una caduta.

Ma a raccogliere l’interesse generale è la prestazione del più giovane degli Espargarò: Pol si piazza 6° a +1.246, ottimo risultato per il debuttante che precede l’ex rivale della Moto2 Andrea Iannone, miglior Ducatista a poco più di mezzo decimo dallo spagnolo Campione del Mondo della Classe intermedia.

Bene anche Aleix su Yamaha di NGM Forward, davanti alle due Ducati di Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow.

Il Dovi termina a +1.429, il britannico ex Tech3 a +1.588. Alle loro spalle Michele Pirro e le due Honda RCV1000R Aspar di Nicky Hayden (+1.836) e Hiroshi Aoyama (+2.243). Più lontano Michael Laverty, 14° con la ART di Paul Bird Motorsport di poco oltre il ’33.

Scatta il coprifuoco sul Paddock della MotoGP: ora Tecnici ed Ingegneri dovranno chiudersi nelle Factory per elaborare i dati e trovare la via per rendere le proprio moto più veloci, portandole al tradizionale appuntamento di Sepang in programma a Febbraio.

Questi i risultati completi del Day 3 di Valencia:

1. Marc Marquez ESP Repsol Honda Team (RC213V) 1’30.287s (Lap 54/56)
2. Bradley Smith GBR Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 130.598s (35/36)
3. Stefan Bradl GER LCR Honda MotoGP (RC213V) 1’30.868s (20/54)
4. Dani Pedrosa ESP Repsol Honda Team (RC213V) 1’30.992s (32/70)
5. Alvaro Bautista ESP Go&Fun Honda Gresini (RC213V) 1’31.229s (57/58)
6. Pol Espargaro ESP Monster Yamaha Tech 3 (YZR-M1) 1’31.533s (12/28)
7. Andrea Iannone ITA Energy T.I. Pramac Racing (GP13) 1’31.594s (49/69)
8. Aleix Espargaro ESP NGM Forward Racing (FTR-Yamaha M1) 1’31.644s (45/49)
9. Andrea Dovizioso ITA Ducati Team (GP13) 1’31.716s (33/36)
10. Cal Crutchlow GBR Ducati Team (GP13) 1’31.875s (44/54)
11. Michele Pirro ITA Ducati Test Team (GP13) 1’31.883s (47/58)
12. Nicky Hayden USA Power Electronics Aspar (Honda RCV1000R) 1’32.123s (37/40)
13. Hiroshi Aoyama JPN Power Electronics Aspar (Honda RCV1000R) 1’32.530s (27/60)
14. Michael Laverty GBR Paul Bird Motorsport (PBM-ART) 1’33.055s (43/44)

Commenti

commenti