Crutchlow “battezza” la Ducati: prima caduta nei Test di Valencia

ducati crutchlow

ducati crutchlow

Continuano i primi Test invernali del 2014 in quel di Valencia, dove anche oggi Ducati è stata impegnata con i due piloti del Team Ufficiale, i due del Pramac e il Test Team, per un totale di cinque riders: Andrea Dovizioso, Cal Crutchlow, Andrea Iannone, Yonny Hernandez e Michele Pirro.

Al Ricardo Tormo si sta lavorando su materiale simile a quello utilizzato nel Campionato appena concluso e sull’adattamento dell’inglese ex Tech3 alla Desmosedici.

I risultati sono quel che sono, guardando il cronometro, ma si tratta di una raccolta dati preliminare necessaria per l’inizio del lavoro di Gigi Dall’Igna, che si sposterà nella Factory di Borgo Panigale fino a Febbraio.

“Oggi abbiamo provato un nuovo telaio, che però non è troppo diverso dal precedente, e infatti non siamo migliorati molto, poi una carena diversa e vari setup, già provati in precedenza, ma questa volta utili per la raccolta dati che daremo all’Ingegner Dall’Igna, ha dichiarato Andrea Dovizioso, titolare del miglior tempo di giornata tra i Ducatisti, 8° +1.125 dal leader della Honda Marc Marquez.

“Il mio tempo sul giro è abbastanza veloce, ma anche gli altri piloti erano veloci date le ottime condizioni in cui abbiamo girato oggi, mentre alla fine della giornata il sole era talmente basso che segnare un buon tempo non era facile. Sono soddisfatto del mio crono, anche se la moto è sempre molto simile a quella usata durante il weekend.

Crutchlow ha rimediato anche una caduta, la prima della sua esperienza italiana.

È chiaro che sto ancora imparando come guidare la Ducati, facendo più chilometri possibile. Oggi non abbiamo fatto tantissimi giri, ma abbiamo provato tante modifiche”.

“La squadra sta lavorando bene, mi stanno ascoltando, e Gigi è sempre presente per raccogliere informazioni. Oggi per me è stata una giornata più impegnativa, ma alla fine positiva”.

“Il mio tempo sul giro è stato superiore a quello di ieri, ma avrei sicuramente girato più velocemente perché alla fine abbiamo cambiato la moto radicalmente. Il setting è stato un compromesso, con molto grip sul posteriore e poco all’avantreno, e purtroppo sono caduto. Credo che avrei potuto fare un tempo di 1’31 e mezzo se avessi forzato il ritmo”, ha invece osservato Cal Crutchlow, 11° a +1.578.

Nota di colore, in tutti i sensi: Dovizioso sta girando con una Ducati carenata 2013, mentre Crutchlow utilizza una GP13 con le tradizionali carene “carbon” tipiche delle Sessioni di Test.

Commenti

commenti