MotoGP, Test Valencia: Crutchlow debutta con la Ducati. Tutti i risultati della prima giornata

CRUTCHLOW DUCATI

CRUTCHLOW DUCATI

Non sono ancora scoccate le 24 ore da quando Marc Marquez è stato insignito del titolo di piu’ giovane campione del mondo della classe regina che le MotoGP scendono nuovamente in pista per i tradizionali test post-GP.

A rendere particolarmente interessanti questi test sono stati i tanti cambi di casacche e l’esordio delle nuove moto della categoria “Open”:  grande attesa, infatti, per Cal Crutchlow che ha girato per la prima volta sulla Ducati Desmosedici.

L’inglese, da quanto riferito dal nuovo ingegnere del reparto corse di Borgo Panigale, Gigi Dall’Igna, si è adattato subito molto bene alle caratteristiche della rossa e chiude questa prima giornata di test in 6a posizione a +0.797.

Occhi puntati sul neo campione del mondo moto2, Pol Espargaro, che fa il suo esordio sulla M1 del team Tech3.

Lo spagnolo deve imparare tantissime cose, dall’elettronica (totalmente assente sulle moto2) alle gomme, e chiude in 10a posizione con un gap di +1.930; una buona prestazione.

Debutto anche per Scott Redding sulla RCV1000R (la cosi detta “Honda Production Racer”) del team Gresini. L’arrembante inglese termina la prima giornata di prove 11°, girando un secondo più lento del rivale Pol, ma considerando che al debutto assoluto c’è anche la moto e l’elettronica Marelli, Redding può ritenersi soddisfatto.

Anche il team Aspar cambia la propria rosa-piloti, affidando le proprie Honda “PR” all’ex ducatista Nicky Hayden e al giapponese Hiroshi Aoyama.

 I due piloti addirittura devono condividere la sola moto che Honda ha consegnato al team: Aoyama riesce a concludere questa sessione di test con il 9° tempo, a +1.763, Nicky girerà domani.

Test significativo anche per Rossi che prova la moto in configurazione 2014 e con lui debutta il suo nuovo capotecnico, Silvano Galbusera.

Per il pesarese, 2° tempo a +0.093 da Jorge Lorenzo, 1°, con un tempo di 1’31″257. Chiude in 3a posizione Bradl (+0.494) ,4° Iannone (+0.668),5° Dovizioso (0.686).

Gli altri due ducatisti sono Pirro, 7a posizione a +1.441, ed Hernandez, 8° a +1.488. Non hanno girato le HRC di Marquez e Pedrosa.

Commenti

commenti