Superbike, Jerez: a Laverty l’ultima Superpole, Sykes circondato dalle Aprilia

laverty sbk

laverty sbk

Il dominio Aprilia iniziato nel primo turno di Prove Libere del venerdì mattina continua inesorabile e in attesa della sfida finale di domani pomeriggio, Eugene Laverty porta a casa l’ultima Superpole del 2013 imponendosi in 1’40.620 sul tracciato di Jerez de la Frontera.

Nel GP di Spagna Tom Sykes, prudente nelle precedenti Sessioni e leader del Campionato con 37 punti di vantaggio sul nordirlandese, tira fuori un buonissimo giro (+0.048) nella SP3 che gli vale la seconda piazza, in una prima fila in cui l’alfiere della Kawasaki sarà affiancato da un’altra Aprilia, quella del team Althea di Davide Giugliano.

Ad aprire la seconda fila sarà Marco Melandri: il ravennate, all’ultima gara con la BMW, beffa le altre due RSV4 di Sylvain Guintoli e Toni Elias, quest’ultimo costretto a salutare con anticipo a causa di una caduta a poco meno di cinque minuti dal termine.

Lo spagnolo è comunque uno dei piloti più veloci del weekend e domani potrebbe ambire senza troppi problemi alla Top 3 in una delle due manche, eventualità che non può che dare qualche speranza in più al plotone di Noale, a caccia del Titolo Piloti con Laverty e Guintoli, mentre per quello Costruttori manca solo la certezza matematica che arriverà in Gara 1.

In terza fila Leon Camier, al rientro in sella alla Suzuki, poi le due sorpese Xavi Fores (wild card di Ducati Alstare) e Mark Aitchison, un vero e proprio leone australiano con la Kawasaki di Pedercini, bravissimo nello sfruttare la gomma da tempo e a entrare nell’ultima Superpole.

Eliminati al termine delle SP2 Chaz Davies, Broc Parkes e Lorenzo Lanzi, mentre hanno dovuto salutare già nella SP1 Ayrton Badovini, Federico Sandi e Michel Fabrizio.

Non era riusciti ad accedere alla Top 15 tutti gli altri, ovvero Sylvain Barrier, Leon Haslam, Jules Cluzel, Max Neukirchner e Vittorio Iannuzzo.

Questi i risultati completi e l’ordine di partenza di domani:

1. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1’40.620
2. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1’40.668
3. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 1’40.839
4. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1’40.930
5. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1’40.958
6. Toni Elias (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 1’41.347
7. Leon Camier (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1’41.837
8. Xavi Fores (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale 1’42.215
9. Mark Aitchison (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1’42.500
10. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1’42.015
11. Broc Parkes (Monster Energy Yamaha – Yart) Yamaha YZF R1 1’42.056
12. Lorenzo Lanzi (Mesaroli Transports A.S.) Ducati 1098R 1’42.300
13. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale 1’42.438
14. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1’42.916
15. Michel Fabrizio (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1’43.081
16. Sylvain Barrier (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1’42.933
17. Leon Haslam (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1’42.973
18. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1’42.976
19. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale 1’43.289
20. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 1’44.232

Commenti

commenti