MotoGP, Phillip Island: Jorge Lorenzo si prende gabbiano e Pole Position

lorenzo phillip island pole 2013

lorenzo phillip island pole 2013

Cominciano subito con due colpi di scena le Qualifiche del Gran Premio d’Australia: Jorge Lorenzo centra un gabbiano e se lo porta nella zona carena-radiatore per tutta la prima parte di Q2, facendolo diventare il “fastest seagull ever”, poi Randy De Puniet ci mette giusto un giro prima di sdraiare la ART Aspar nella via di fuga.

Ma lo spagnolo della Yamaha, una volta rientrato per cambiare gomma (e rimuovere il volatile) torna in pista volando decisamente più alto, chiudendo con uno straordinario 1’27.899, abbattendo il tempo del rivale Marc Marquez, 2° a +0.221 e conquistando la Pole Position di Phillip Island.

Bene Valentino Rossi che si prende la prima fila pur beccandosi già 7 decimi e mezzo dal compagno di squadra, così come Alvaro Bautista e un non certo brillante Daniel Pedrosa, 6°.

Terza fila per le due Yamaha Tech3 di Cal Crutchlow e Bradley Smith, seguiti da Nicky Hayden che è la prima Ducati a +1.396, staccando Andrea Dovizioso e Andrea Iannone. Completano la Top 12 le due CRT di Colin Edwards e, appunto, Randy De Puniet.

Esclusi già al termine della Q1 Aleix Espargarò, Claudio Corti, Yonny Hernandez e tutti gli altri: Petrucci 17°, Scassa 20°.

Ma la giornata di Phillip Island non finisce con le Qualifiche: la situazione delle gomme desta parecchia preoccupazione e non è servito a Bridgestone imporre l’unica scelta della gomma dura.

Le coperture giapponesi si sono dimostrate inconsistenti e tendono a strapparsi ben prima del naturale ciclo di vita, tanto che la Direzione Gara dovrà decidere nelle prossime ore una eventualità clamorosa per un Campionato prototipi monogomma: accorciare il chilometraggio della gara di domani per questioni di sicurezza.

Questi i risultati completi: Risultati Qualifiche MotoGP Phillip Island, Australia 2013.

Commenti

commenti