VIDEO: Follia a New York, è guerriglia tra un SUV e un gruppo di motociclisti

suv new york bikers

suv new york bikers

Il Video è stato rilanciato da LiveLeak e sta facendo il giro del Mondo. Al centro dell’attenzione un raduno di Bikers a New York City e il conducente di un Range Rover nero. Ma cosa è successo?

La Helmet Cam di un motociclista ha ripreso più o meno tutto: inizialmente, trovatosi nel del mezzo del Gruppo che sicuramente non viaggiava ordinato, il SUV ha impattato contro una moto rischiando di investire un primo Rider. La reazione dei compagni di viaggio non si è fatta attendere ed uno di loro ha invitato l’automobilista a scendere dal veicolo: non l’avesse mai fatto.

A quel punto scatta la scintilla: il SUV parte e investe diverse moto, i riders scattano e si lanciano in un inseguimento che dura una decina minuti e, nel mezzo, concede il tempo per un’altra sosta, un tentativo di apertura del SUV ed un’altra partenza da “Strike”.

Il tutto termina quando il Range Rover lascia la highway ed entra nella zona cittadina, trovando l’immancabile traffico: qui scatta la violenta aggressione di un biker che sfonda il finestrino del conducente imbracciando il proprio casco.

Fortunatamente l’intervento della Polizia è stato immediato (allertata dal gran casino fatto nei chilometri precedenti) e l’automobilista, che viaggiava con la moglie ed il figlio di cinque anni, è riuscito ad evitare il potenziale linciaggio, mentre i bikers investiti se la sono cavata con poco (moto a parte).

Il New York Police Departement ha fatto sapere che nessuno è stato arrestato e che le indagini sono ancora in corso per ricostruire ciò che è successo. L’unico ferito è l’automobilista (lesioni al volto) e, sempre secondo fonti mediche, non ci sono altre persone coinvolte in Ospedale.

Inutile dire che il Video in questione sia proprio al vaglio delle Autorità, così come quelli delle altre Helmet Cam sfuggite alla Rete e le testimonianze di chi ha assistito alla scena lungo la folle corsa.

AggiornamentoClicca qui.

VIDEO

Commenti

commenti