SBK, Nurburgring: Davies vince Gara 2, Sykes nuovo leader del Mondiale

davies-nurburg

davies-nurburg

Non cambia il copione in casa Ducati che, dopo la grande performance sul bagnato di Ayrton Badovini, vede la partenza dalla Superpole letteralmente bruciata in una manciata di secondi. Le performance della 1199 Panigale al Nurburgring non sono all’altezza ed i piazzamenti sono più generosi semplicemente per i forfait di Baz, Camier e Rea.

Se la godono invece le due BMW reduci dalla vittoria sfiorata in Gara 1, seguite dall’Aprilia di Laverty e dalla Ninja di Tom Sykes, che controlla per tutta la gara quello che era partito come leader del Mondiale, Sylvain Guintoli.

A tre giri dal termine Davies prova uno strappo e Laverty si mette davanti a Melandri e prova ad agguantare la S1000RR fino all’ultimo giro, quando un’altra bandiera rossa mette fine alla gara: Matej Smrz cade e la YZF-R1 del team Yamaha Germany picchia il carter lasciando l’olio sull’asfalto.

Questa volta tempestiva la segnalazione e l’intervento della Direzione Gara, che chiude la contesa con Chaz Davies a trionfare in Gara 2, poi Eugene Laverty con la RSV4 e Marco Melandri in sella all’altra BMW.

Un buon modo per chiudere l’impegno ufficiale di BMW Motorrad proprio in occasione del GP di Germania, round che riconsegna Tom Sykes in testa al Mondiale Superbike grazie al piazzamento in 4° posizione dopo il successo di Gara 1, proprio davanti a Guintoli (5°) rispetto al quale l’inglese pagava 1 punto di ritardo, ora convertito in un punto di vantaggio.

Taglia il traguardo in 6° posizione Davide Gugliano, poi Ayrton Badovini prima Ducati 7° a 14 secondi, Fabrizio 8° su Aprilia RedDevils e le altre due 1199, la privata di Neukirchner e la Alstare di Checa.

Questa la Classifica del Mondiale SBK dopo le due fare del Nurburgring: 287 Sykes, 286 Guintoli, 257 Melandri, 247 Laverty, 221 Davies.

Questo l’ordine d’arrivo completo di Gara 2:

1. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 34’36.933
2. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 34’37.065
3. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 34’37.299
4. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 34’38.122
5. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 34’38.554
6. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 34’40.166
7. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale 34’51.610
8. Michel Fabrizio (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 34’55.792
9. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale 34’59.058
10. Carlos Checa (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale 35’00.761
11. Mark Aitchison (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 35’07.377
12. Markus Reiterberger (Vanzon-Remeha-BMW) BMW S1000 RR 35’13.352
13. Leon Haslam (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 35’36.720
14. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 35’42.264
15. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 36’04.314
RT. Matej Smrz (Yamaha Motor Deutschland) Yamaha YZF R1 35’30.715
RT. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 2’08.950

Commenti

commenti