SBK, Badovini con la Ducati conquista la Superpole del Nurburgring!

badovini

badovini

Superpole decisamente movimentata al Nurburgring dove, come ormai da tradizione, la pioggia condiziona la lotta per le posizioni in griglia che contano. Dopo una prima fase di studio del tracciato legata al classico asfalto metà bagnato e metà asciutto, il manto asfaltato della pista tedesca non lascia più alcun dubbio: ci vogliono le Rain.

Il format, dunque, passa dai tre turni di Superpole alla doppia Sessione con eliminazione degli ultimi cinque. Situazione che nella prima fase premia Ayrton Badovini e le Ducati 1199 del team Alstare in 2’13.459, seguito da Tom Sykes e Sylvain Guintoli, mentre devono dire addio alla contesa Camier, Laverty, Fabrizio, Giugliano e Smrz, nell’ordine dall’11° al 15° posto.

 Anno e probabilmente epoca storica difficile per Ducati, ma sotto al diluvio del Nurburgring arriva finalmente una gioia: Badovini si conferma coraggioso e velocissimo, andando a beffare Marco Melandri: Ayrton, in 2’09.513, regala la Superpole al team di Francis Batta, la seconda dopo quella ottenuta da Carlos Checa a Phillip Island, primo round del Campionato. Per il pilota piemontese, che rifila oltre mezzo secondo a Tom Sykes (3°) si tratta del primo sigillo in Carriera, altro bel risultato dopo il podio (primo ed unico per la 1199 Panigale R) ottenuto a Mosca.

La seconda fila di domani vede Loris Baz, Johnny Rea e Leon Haslam: tutti e tre specialisti del bagnato che non hanno saputo fare meglio dell’accoppiata italiana, come del resto Chaz Davies (caduto nel finale), Sylvain Guintoli e Jules Cluzel (pure lui a terra), che completano la terza linea dello schieramento.

La griglia si completa con Neukirchner, Camier e Laverty, Fabrizio, Giugliano e Smrz. Poi tutti gli altri, con Checa che non si era qualificato alla Superpole e scatterà 18° davanti a Sandi e Iannuzzo.

Questi i risultati completi:

1. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale 2’09.513
2. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 2’09.616
3. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 2’10.136
4. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 2’10.401
5. Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 2’11.204
6. Leon Haslam (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 2’12.006
7. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 2’12.663
8. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 2’13.177
9. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 2’14.454
10. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale 2’15.975
11. Leon Camier (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 2’16.393
12. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 2’16.409
13. Michel Fabrizio (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 2’16.660
14. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 2’18.775
15. Matej Smrz (Yamaha Motor Deutschland) Yamaha YZF R1 2’19.277
16. Mark Aitchison (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1’56.344
17. Markus Reiterberger (Vanzon-Remeha-BMW) BMW S1000 RR 1’56.362
18. Carlos Checa (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale 1’56.451
19. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1’57.482
20. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 1’58.409

Commenti

commenti