MotoGP, John Hopkins contattato per sostituire Iannone

john hopkins

john hopkins

Nel valzer di sostituzioni che sta contraddistinguendo la Stagione del Team Ducati Pramac un’altra pedina ha “rischiato” di correre a Laguna Seca con la Desmosedici.

Viste le assenze di Ben Spies e Andrea Iannone, infortunati, e quella di Michele Pirro, alle prese i Test a Misano, il solo approdo di Alex De Angelis non basterà a colmare il vuoto nel box dello junior Team di Borgo Panigale.

A giocarsi una chance è stato John Hopkins, pilota statunitense che, dopo un anno travagliato in Superbike e il titolo sfiorato nella BSB (2011), ha deciso di prendersi un periodo di riposo lontano dalle corse.

Nulla di ufficiale e “Hopper” non fa nomi, ma gli indizi affidati a Twitter lasciano spazio a pochi dubbi: “Negli ultimi due giorni sono stato molto vicino a sostituire un pilota titolare a Laguna Seca. Alla fine non si è concretizzata la possibilità per svariate ragioni, ma sono onorato di essere stato preso in considerazione. Non salgo su una moto da Magny-Cours 2012, ma avrei dato il massimo”.

Gli indizi portano tutti al box Ducati Pramac, unico team con posizioni realmente vacanti e che, alla fine, si sono confermate tali: Lorenzo e Pedrosa correranno regolarmente, mentre le Ducati in pista saranno solamente tre.

Commenti

commenti