La Superbike su Mediaset non decolla: ascolti uguali a La7

mediaset

mediaset

Il “boom” non c’è stato: la Superbike su Mediaset incassa uno share che non fa fare il “salto di qualità” a livello televisivo per le Derivate di Serie.

Dato ancor più rilevante è quello della differenza di seguito tra Gara 1 e Gara 2: in quello che è stato il primo Weekend “europeo” dopo la tirata notturna di Phillip Island, la prima manche di Aragon ha raccolto solamente 938.000 spettatori, non riuscendo a superare il “milione”.

Come detto, il numero più mesto è quello riferito a Gara 2: 522.000 spettatori, praticamente la metà e con un calo maggiore rispetto al 2012.

In parole povere, gli spettatori sono rimasti gli stessi di La7 nonostante la copertura sia oggettivamente più corposa, puntuale e precisa, grazie al “Live” a partire dal sabato mattina ed alle gare di Supersport, Superstock 1000 e Superstock 600 su Italia2, sponsorizzate da diversi passaggi pubblicitari che sono gli stessi della MotoGP e proposti negli orari di punta del più grande Gruppo televisivo italiano.

Alla luce di questi numeri è probabile che la formula della Superbike possa cambiare nel 2014, sposando un format più “televisivo”: Dorna vorrebbe una Gara alle 14:00/14.30 e potrebbe anche sacrificare la formula della doppia manche.

Una delle verità è che la Superbike mette a nudo il reale affetto verso il Motociclismo, soprattutto in un Campionato che, nel 2013, non ha protagonisti da copertina e motivazioni extra-pista.

I numeri di Mediaset sono gli stessi che raccolgono, mediamente, Moto3 e Moto2 nel contesto del Motomondiale.

Il servizio offerto da La7 la scorsa stagione sfiorò la deriva, con palinsesti scarni e poca comunicazione tra Emittente ed appassionati: quella nicchia, però, le gare andava a cercarsele lo stesso.

Commenti

commenti