Il Giappone umilia anche la MV Agusta F3 675

mv agusta f3 giappone

mv agusta f3 giappone

Se non vi ricordate la Ducati 1199 destinata al Mercato giapponese, date un occhio qui.

Dopo la Superbike di Borgo Panigale un’altra italiana è rimasta vittima delle norme anti-inquinamento ed anti-rumore vigenti nel paese nipponico, questa volta tra le 600: l’MV Agusta F3.

Il tricilindrico di Varese deve rinunciare al ricercato (in tutti i sensi) scarico a tre uscite ed è costretto ad un “termosifone” laterale anni ’90, praticamente identico a quello della cugina bolognese.

Insomma, il Giappone non odia solo la Panigale.

[portfolio_slideshow]

Commenti

commenti