Superbike, amputazione dell’anulare destro per John Hopkins

john hopkins dito amputato anulare superbike

Sei mesi di convalescenza ed altrettante operazioni: non è servito al pilota californiano John Hopkins, che nella giornata di ieri è stato costretto all’amputazione dell’anulare destro. Sarà in pista a Phillip Island a fine febbraio.

A mali estremi, estremi rimedi. La riabilitazione non dava i risultati sperati e l’infiammazione continuava a flagellare l’anulare della mano destra di John Hopkins, infortunatosi nel 2011 in prova a Brno durante una wildcard di MotoGP: frattura della falange in questione ed inizio del calvario. Infortunio che lo aveva costretto anche a saltare la tappa di Cadwell Park del BSB, il British Superbike Championship, ed “out” che ai fini del Titolo si rivelerà decisivo: perderà all’ultima gara per 6 millesimi l’opportunità di fare suo il Campionato.

Quindi la decisione, inevitabile, di amputare il dito: vedremo John in pista a Phillip Island a fine febbraio per il primo round del Mondiale Superbike 2012!

Beh dopo sei interventi e migliaia di dollari spesi nella riabilitazione, è un peccato dover essere arrivati a tutto questo.  La buona notizia è che mi sento già meglio rispetto agli scorsi mesi e sarò pronto per correre nel primo round di Phillip Island! Non ho perso la motivazione!”(Le prime dichiarazioni del pilota rilasciate via Twitter)

L’ultimo giro del BSB 2011 a Brands Hatch, costato il Titolo a John Hopkins:

Commenti

commenti