MotoGP, Valencia: Pedrosa vince una gara complicata. Nakasuga 2°, Stoner saluta sul Podio

pedrosa valencia 2012

Daniel Pedrosa in solitaria, Katsuyuki Nakasuga coglie la gioia della Carriera, Casey Stoner saluta tutti con il 3° posto. Una gara complessa, con due scelte differenti (Rain e Slick) ed annesso (ed inedito) Pit Stop dopo pochi giri con tutti i piloti che terminano l’ultimo GP dell’anno scegliendo le gomme senza intagliatura.

A Valencia vanno in “All In” Jorge Lorenzo e Stefan Bradl: sono loro due gli unici piloti a spezzare l’equilibrio e a decidere di partire con le gomme slick, cercando di anticipare l’asciugarsi della pista. Ed il Warm Up è illuminante per altri: rientrano in Pit Lane per prendere la moto con assetto e gomme d’asciutto anche Pedrosa, Crutchlow, Bautista e Hayden, ma Kentucky Kid finisce a terra quasi subito.

Al pronti-via parte a fuoco Aleix Espargaro in grado di portare per la prima volta nella Storia una CRT al comando di un Gran Premio: seguono Dovizioso, Stoner, Rossi, Barberà, Abraham e, appunto, Lorenzo, primo dei piloti senza le gomme intagliate.

Ma sono le slick ad averne di più, Lorenzo è già in testa e Stoner, Barberà e Dovizioso optano per il Pit a 26 giri dal termine, mentre per Rossi l’appuntamento con la corsia dei Box è ritardato al giro successivo, così come per gli altri.

Cade Bradl quando era 3°, Lorenzo viene scaraventato in aria dalla M1 ostacolato da Ellison in fase di doppiaggio quando era davanti a tutti (il lato oscuro delle CRT e di far correre due moto diverse nella stessa gara, ma è un argomento ormai saturo), Crutchlow perde l’anteriore quando era 2°.

In tutto questo Pedrosa va a vincere in solitaria ed in solitudine, doppiando tutti a partire dal 6°.

Enorme soddisfazione per il Tester Nakasuga, che rimane in piedi e sfrutta la decisione di partire con le slick regalandosi un 2° posto che è la prima Top3. Casey Stoner scavalca a due giri dal termine Alvaro Bautista e chiude la Carriera sul Podio, Michele Pirro è la prima CRT in una inedita 5° posizione.

Dovizioso 6°, Abraham 7°, Petrucci 8°, Ellison 9°. Solamente 10° Valentino Rossi, che chiude l’avventura con Ducati girando quasi da “turista”, con tempi per metà gara distanti 5-6 secondi al giro del vertice. Espargaro (che vince la Classifica delle CRT 2012, 12° assoluto), De Puniet, Aoyama ed Edwards vanno a punti, con una lunghezza che rimane non assegnata: sono in 14 a prendere la bandiera a scacchi.

Pedrosa fissa il proprio Record di vittorie a 7, superando Lorenzo: ma non è bastato per il Titolo.

Appuntamento al 2013.

 

Questi i risultati completi:

Commenti

commenti