MotoGP, ora tocca agli altri: il punto della situazione sul 2013!

dovi cal

Sistemata la pedina-Rossi, nello Scacchiere della MotoGP ora tocca “agli altri”.

Siamo ad Agosto e dunque in relativo ritardo: i dubbi sono tanti e dovrebbero essere sciolti nelle prossime settimane. Da Ducati a Tech3, passando per gli altri Team privati.

Vediamo di fare un riassuntino estivo per chiarirci le idee e pessare il tempo.

La voce “seconda moto” è puramente indicativa, non si riferisce alle Gerarchie del Team bensì all’attuale mancata assegnazione/dubbio.

 

TEAM HONDA HRC

Daniel Pedrosa e Marc Marquez saranno i piloti del Team Honda HRC fino al 2014.

 

TEAM YAMAHA FACTORY

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi saranno i piloti della Casa di Iwata fino al 2014.

 

DUCATI TEAM

Nicky Hayden è confermato fino al 2013. Manca un pilota, almeno: Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso i papabili.

 

TEAM HONDA GRESINI

Alvaro Bautista potrebbe essere confermato. Incideranno i piani del Team (e del Main Sponsor) e i risultati di un pilota in difficoltà negli ultimi Weekend.

 

YAMAHA TECH3

Il Team con più dubbi e incertezze. Entrambi i piloti (Dovi e Cal) sono sul Mercato ed entrambi, pur trovandosi bene, volevano e vogliono una Moto Ufficiale. Molto probabilmente uno dei due resterà per un altro anno alla corte di Hervé Poncharal: a questo punto la seconda moto andrebbe ad un pilota della Moto2, con Bradley Smith (già sotto contratto e con una opzione per il “salto” in MotoGP) in Pole position.

 

TEAM LCR HONDA

Confermato il Rookie Stefan Bradl nel Team di Lucio Cecchinello.

 

TEAM DUCATI AB CARDION

Dalle parti di Brno vorrebbero una Honda o una Yamaha, ma il Regolamento parla chiaro: solo 4 moto per Casa ed è veramente difficile che qualcuno decida di privarsene. Non è scontata la conferma del Team di Karel Abraham nel 2013: i bianco-blu potrebbero lasciare libera una Ducati.

 

TEAM DUCATI PRAMAC

Pramac è stata dichiarata fallita giusto 8 giorni fa. Un’altra Ducati potrebbe essere quindi lasciata “libera”: sarebbe già successo nel 2014, in ogni caso.

 

 

Come avrete capito la situazione-Ducati è molto complessa. A Borgo Panigale devono costruirsi un Futuro e per farlo devono darsi una struttura “Moderna” soprattutto in termini di Team “sul campo”.

L’addio di Pramac e AB Cardion lascerebbe libere due Moto-extra, che potrebbero andare a comporre il tanto chiacchierato “Junior Team” con largo anticipo.

Una squadra “Officially Supported” con Scott Redding e Andrea Iannone (oppure solo uno insieme ad Hector Barberà, che si meriterebbe una chance).

Accanto a Nicky Hayden uno tra Dovizioso e Crutchlow: ben avviati i contatti con l’inglese, solo qualche parola con l’italiano che, fino all’ultimo, ha sperato nella M1 Ufficiale.

 

Commenti

commenti